Ansia da separazione cani: sintomi, cause e soluzioni - ADVANCE

Ansia da separazione cani: sintomi, cause e soluzioni

Sapevi che l'ansia da separazione può colpire fino al 15% della popolazione canina? È uno dei disturbi comportamentali più comuni che, oltre a causare problemi con i vicini, potrebbe portare ad un deterioramento del rapporto con il tuo cane.

In questo articolo vogliamo chiarire tutti i tuoi dubbi sull'ansia da separazione nei cani. Ti spieghiamo come si manifesta, in modo da poterla identificare, perché si verifica e quali sono le raccomandazioni per cercare di affrontare questo problema nel miglior modo possibile.

 

ANSIA DA SEPARAZIONE CANI, CHE COS’È?

Questo disturbo è un'alterazione del comportamento del cane che si manifesta quando viene lasciato solo. L'ansia da separazione è identificata da una serie di sintomi che il cane può manifestare anche quando percepisce che sta arrivando il momento in cui sarà lasciato solo. Cioè, potrebbe iniziare ad abbaiare quando ti vede prendere le chiavi, metterti il cappotto o, in breve, tutto ciò che indica che stai uscendo.

 

È logico che questo accada. I cani sono animali sociali, addestrati a vivere in gruppo e non amano la solitudine. Infatti, quando sono soli si sentono indifesi e questa situazione causa loro un livello di stress così alto che si trasforma in ansia.

 

ANSIA DA SEPARAZIONE CANI: I SINTOMI

Ci sono diversi sintomi che si possono osservare nel cane se soffre di ansia da separazione. Ecco i più comuni:

  • Il tuo cane spacca i mobili, graffia la porta di casa...

  • Abbaia, piagnucola, vocalizza eccessivamente, emette persino qualcosa di simile a un ululato.

  • Fa i suoi bisogni in casa.

Anche se più raro, lo stress eccessivo può causare sintomi più gravi nel tuo cane:

  • Ipersalivazione.

  • Vomito e diarrea.

  • Si morde la coda.

  • Si lecca una stessa zona in modo eccessivo.

ANSIA DA SEPARAZIONE CANI, ECCO PERCHÉ SI SVILUPPA

  • Iperattaccamento primario. Succede quando il cane è un cucciolo e stabilisce un legame molto forte con le persone con cui vive, cioè sviluppa un attaccamento eccessivo. Il cucciolo stabilisce l'attaccamento con un altro individuo che fornisce sicurezza e conforto, rimpiazzando il ruolo della madre. Questo può verificarsi nei cuccioli:

    • Orfani.
    • Che sono stati svezzati molto presto.
    • Adottati prima dei due mesi di vita, quando non hanno ancora cominciato a staccarsi dalla madre.
  • Iperattaccamento secondario. Tutti i cani lo sviluppano con le persone con cui vivono, che vengono identificate come fonte di cibo, acqua, sicurezza, affetto... Ecco perché, quando il tuo cane ti perde di vista, pensa di perdere anche quelle risorse così necessarie alla sua sopravvivenza. Per questo motivo, tende a mostrare ansia da separazione:

    • Se si tratta di un cane adottato che era stato precedentemente abbandonato.
    • Se viveva con persone anziane o era abituato ad essere sempre in compagnia.
    • Dopo un trasloco.
    • Al ritorno dalle vacanze, quando è stato in compagnia per molto tempo.
  • Altre ragioni. Per esempio, se il cane ha subito esperienze traumatiche e si sente insicuro quando non ci sei.

TRATTAMENTO DELL'ANSIA DA SEPARAZIONE CANI

Se pensi che il tuo cane possa soffrire di ansia da separazione perché hai osservato uno dei sintomi descritti, la nostra raccomandazione è di rivolgerti a un etologo. Si tratta di un comportamentalista canino che ti aiuterà a diagnosticare il problema e ad escluderne altri che si manifestano con sintomi simili.

 

Tuttavia, è possibile provare a seguire alcune linee guida che possono aiutare a migliorare la situazione. È importante sapere che non bisogna sgridare il cane. La chiave è essere pazienti e molto coerenti nel mettere in pratica queste misure:

  • Modifica il suo comportamento per ridurre la sua dipendenza da te:

    • Comincia ad uscire di casa da solo per tempi brevi e aumenta gradualmente la durata, in modo che diventi più facile abituarsi.
    • Quando si è calmato, dagli una ricompensa. È molto importante non rientrare a casa se lo senti abbaiare, penserà che deve abbaiare per farti tornare. Questo non farà altro che rafforzare il comportamento.
    • Cerca di ridurre l'interazione con il tuo cane in generale, soprattutto quando esci o torni a casa, per incoraggiare il distacco. Questo rende più facile per il tuo cane interagire con altri membri della famiglia con i quali non è così attaccato.
  • Stimola il suo ambiente.

    • Quando esci, lascia i suoi giocattoli preferiti a portata di zampa. In questo modo distrai la sua attenzione.
    • Fate esercizio prima che tu esca, in modo che rilasci energia e sia più rilassato quando te ne vai.
    • Crea una routine che dia sicurezza al tuo cane.
  • Utilizza feromoni calmanti per cani. Ti aiuteranno a ridurre lo stress del tuo fido. Si può scegliere tra diversi modi: con un diffusore o un collare.

  • Considera l'opzione di trattamenti farmacologici. Ci sono molti farmaci che placano l'ansia da separazione nei cani (antidepressivi, ansiolitici, tranquillanti…). A seconda della gravità della situazione, potrebbero essere di grande aiuto. In ogni caso, prima di somministrarli al tuo cane, dovresti consultare il tuo veterinario.

Come puoi vedere, l'ansia da separazione nei cani è un problema comune che richiede un approccio da parte tua da diversi lati. Dovresti cercare di modificare il comportamento del cane, il suo ambiente, il modo in cui ti relazioni con lui... Anche alcuni farmaci possono essere indicati, in alcuni casi. Se pensi che il tuo cane soffra di ansia da separazione, rivolgiti a un etologo e segui le linee guida che ti darà per aiutarti a risolvere questo problema.

Scopri il cibo migliore per il tuo cane

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti