Linguaggio cani: indizi per capire se il tuo cane è stressato - ADVANCE

Linguaggio cani: indizi per capire se il tuo cane è stressato

Il linguaggio dei cani contiene un vasto repertorio di segni e segnali che questi animali usano per comunicare sia con i loro simili che con gli umani. Affinché tu possa capire come il tuo cane esprime i suoi stati emotivi e i suoi bisogni, devi imparare a identificare questi segnali. Ecco le chiavi per identificare lo stress.

 

COS'È LO STRESS

 

Prima di imparare come si può interpretare il linguaggio dei cani per rilevare lo stress nel tuo amico peloso, è conveniente sapere esattamente cos'è questa reazione e quali conseguenze può avere per l'animale se non viene trattata correttamente.

 

Cos'è lo stress e perché si verifica? Quando il tuo cane si trova in una situazione che percepisce come una minaccia, il suo corpo reagisce con lo stress: si tratta di una risposta fisiologica naturale che mira ad aumentare le possibilità di sopravvivenza di fronte a potenziali pericoli. 

 

Tuttavia, ci sono molte situazioni che, pur non essendo negative o minacciose, possono innescare meccanismi di stress per aiutare il cane ad adattarsi a ciò che accade nel suo ambiente. Così, il tuo compagno può mostrare involontariamente segni di stress quando prova nervosismo, ansia o paura, ma anche in situazioni non familiari, nuove o eccitanti.

 

I segnali di stress sono vari: il cane sbadiglia e ansima, si lecca spesso le labbra, si gratta in modo compulsivo, è agitato, vocalizza eccessivamente o annusa insistentemente il pavimento. Si può anche notare che le pupille sono più dilatate o trema, saliva più del solito, i muscoli facciali sono tesi, le zampe sono sudate o i peli si rizzano, ecc. 

 

A seconda del carattere innato del tuo cane, del suo apprendimento o delle sue esperienze precedenti, le sue reazioni saranno diverse. Ma bisogna tenere presente che stati di stress molto intensi e/o prolungati possono provocare alterazioni nel comportamento dell'animale e persino causare problemi fisici e di salute.

 

In questi casi, si possono anche notare segni e sintomi clinici come disturbi gastrointestinali (vomito e diarrea), alterazioni dermatologiche e del pelo, apatia o anoressia eccetera.

 

Identificare i segni che ti mostrano che il tuo compagno è stressato, così come capire le basi del linguaggio dei cani in generale, ti servirà per sapere cosa sta provando, quando e perché, per poterlo aiutare in vari modi, per esempio:

  • Evitando stimoli stressanti per lui. Per quanto possibile, quando sai quali fattori generano stress nel tuo cane, puoi eliminarli dal suo ambiente o evitarli.

  • Imparando a gestire le sue emozioni. Stabilire certe linee guida aiuterà il cane a diventare un individuo più equilibrato e stabile. Per raggiungere questo obiettivo, i suoi strumenti principali sono i programmi di terapia fisica (attività fisica appropriata) e comportamentale (educazione e formazione), buone routine, il rafforzamento del vostro legame, un'alimentazione corretta e la garanzia che viva in un ambiente adeguato.

  • Aiutandolo a modificare il suo comportamento. In alcuni casi (se il tuo cane ha una fobia, mostra comportamenti compulsivi, è aggressivo, ecc.), è necessario rivolgersi a un etologo veterinario che possa guidarti e aiutarti a risolvere il problema. Sotto la sua direzione, puoi iniziare le necessarie terapie di modifica del comportamento e/o fornirgli dei farmaci per aiutarlo a migliorare le sue reazioni agli stimoli che gli causano stress.

 

LINGUAGGIO CANI: I SEGNALI AGONISTICI

 

Il comportamento agonistico comprende i segnali corporei che il tuo cane emette in alcuni contesti che gli causano stress o paura o che sente come una minaccia, con lo scopo di combattere o evitare i possibili conflitti che possono sorgere in quella situazione.

 

L'etologia, la scienza che studia il comportamento animale, identifica due tipi di segnali agonistici: i segnali di pacificazione e i segnali di minaccia.

 

I segnali di pacificazione, chiamati anche comunemente "segnali calmanti", sono destinati a ridurre lo stress e la tensione in certe situazioni. In altre parole, sono il modo che ha il tuo cane di comunicare che non vuole problemi, un tipo di segnale che usa per cercare di rendere amichevole e pacifico l'incontro con chi li riceve. Così, questi segni del linguaggio dei cani facilitano le relazioni sociali tra di loro.

 

Esistono più di venti segnali di pacificazione. Tra questi ci sono anche i segnali di stress descritti sopra, poiché, in molte occasioni, i cani che cercano di calmare altri cani o persone per mezzo di questi segnali si trovano in una situazione che genera un certo grado di nervosismo o stress.

 

Tra i segnali calmanti più tipici possiamo osservare i seguenti comportamenti:

  • Comportamenti di spostamento: si tratta di comportamenti normali del cane, come annusare il terreno, bere acqua o grattarsi, ma fatti fuori contesto, in situazioni scomode, confuse o stressanti.

  • Altri comportamenti: gesti come girare la testa, distogliere lo sguardo, camminare lentamente, girare in tondo, stare fermo o voltarsi sono "segnali di calma" che il cane può usare per mostrare che non vuole il confronto.

Dall'altra parte, i segnali di minaccia sono un altro strumento che il tuo cane ha per evitare conflitti importanti, cioè aggressioni e lotte. Ma in questo caso il suo atteggiamento è molto diverso e cerca di porre dei limiti nelle relazioni sociali. Alcuni dei segnali più tipici sono ringhi e abbai minacciosi.

 

Ci sono anche segnali opposti ai comportamenti agonistici che abbiamo appena menzionato: i segnali o comportamenti affiliativi. Nel linguaggio dei cani, questi sono il tipo di segni che usa l’animale per mostrare il suo affetto e promuovere la coesione del gruppo.

 

Ora che conosci un po' meglio il linguaggio dei cani, se noti che il tuo compagno mostra frequentemente sintomi di stress o che il suo comportamento non è il solito, non esitare a contattare un etologo veterinario in modo da poter studiare il tuo caso. Così il tuo cane può ricevere un aiuto specifico e appropriato per superare i problemi ed evitare le complicazioni che ne possono derivare.

Scopri il cibo migliore per il tuo cane

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti