Post-quarantena cucciolo o gattino: come affrontarlo - ADVANCE

Post-quarantena cucciolo o gattino: come affrontarlo

Il lungo periodo di isolamento per Covid avrà probabilmente una certa influenza sullo sviluppo di cuccioli e gattini e anche sulla loro capacità di adattarsi quando tutto tornerà alla normalità.

Per sciogliere tutti i tuoi dubbi, in questo articolo ti diamo alcuni consigli per aiutarti a superare i cambiamenti che stanno arrivando. Impara a gestire il periodo post-quarantena del tuo cucciolo o gattino e ad anticipare i possibili problemi comportamentali che potrebbero sorgere in futuro.

 

PRINCIPALI FATTORI CHE INFLUENZANO LO SVILUPPO DI CUCCIOLI E GATTINI

 

Anche se varia a seconda del contesto specifico e delle caratteristiche di ogni cucciolo o gattino, questi sono i fattori principali che possono influenzarli:

 

1. Socializzazione inadeguata

  • Le prime settimane di vita sono fondamentali per lo sviluppo di cuccioli e gattini. Questo è il momento in cui imparano a relazionarsi con le persone e gli altri animali. Cominciano anche a riconoscere l'ambiente in cui vivono e sviluppano la capacità di adattarsi ad esso e a tutti gli stimoli che ne derivano.

  • I cani effettuano questa socializzazione tra le 3 e le 12 settimane di vita.

  • I gatti, tra le 3 e le 9 settimane.

  • Se vengono privati del contatto con altri animali e persone diverse dalla famiglia, non avranno sufficienti stimoli ambientali. Questo potrebbe portare a problemi comportamentali in futuro.

 

2. Troppa interazione con il padrone

 

  • Durante la quarantena passi molto tempo con il tuo cucciolo o gattino. Non è sbagliato; il problema arriverà nel periodo post-quarantena. Questa interazione sarà ridotta e il cambiamento nella routine potrà portare ad alcuni problemi comportamentali.

  • In altre parole, un attaccamento eccessivo potrebbe portare il tuo cucciolo o gattino a sviluppare ansia, stress, frustrazione, noia o paura.

 

3. Uscite all’aria aperta

 

  • La durata delle passeggiate di quei cuccioli che erano già abituati ad uscire prima del lockdown è diminuita notevolmente in questo periodo. Passare meno tempo all'aperto significa avere meno stimoli, come l'interazione con altri cani.

  • I cuccioli che non sono ancora stati all'aperto - perché sono troppo piccoli o non hanno completato le vaccinazioni - così come i cuccioli che vivono esclusivamente al chiuso, non devono affrontare questo cambiamento di routine. Tuttavia, dovranno abituarsi progressivamente a cose nuove:

    • Inizia con delle passeggiate per fare i bisognini fuori casa.
    • Prosegui con le uscite per svago: i cuccioli e i gattini che andranno fuori dovrebbero imparare a interagire con l’ambiente esterno, a poco a poco.

     

 

POST-QUARANTENA CUCCIOLO E GATTINO: COME FACILITARE L'ADATTAMENTO

 

Come in altre situazioni di adattamento, quando si tratta di cani e gatti, la chiave è fare un passo alla volta. Qualsiasi apprendimento del tuo cucciolo o gattino dovrebbe essere graduale: solo così si può essere sicuri di prevenire futuri problemi comportamentali.

 

Per aiutare il tuo animaletto ad affrontare il periodo post-quarantena e aiutarlo ad adattarsi in modo fluido e senza problemi, ecco quello che ti consigliamo di fare:

  • Stabilisci gradualmente nuove routine e replicale in modo coerente. Per esempio, ogni giorno andare a fare una passeggiata alla stessa ora o dare da mangiare ad un orario preciso. In questo modo, è possibile impostare uno schema per ogni compito e attività, come giochi, spazzolatura, attività fisica... Inoltre, fallo in modo graduale: inizia con un compito e, quando il tuo cucciolo o gattino si sarà abituato ad esso, aggiungine un altro.

  • Offri tempo e spazio per favorire la sua indipendenza: in questo modo ti assicurerai che non abbia problemi quando sarà solo. Utilizza giocattoli che gli permettano di divertirsi in solitaria. Se lo si abitua mentre la quarantena è ancora in vigore, sarà più facile dopo.

  • Crea zone di sicurezza: come il trasportino con la porta aperta, o ovunque si senta protetto e possa accedervi facilmente quando ne ha bisogno.

  • Abitualo a brevi periodi di solitudine: inizia lasciando il tuo cucciolo o gattino da solo per cinque minuti, fallo in un ambiente sicuro e ricco di stimoli, e sii sempre in grado di sorvegliarlo. Puoi anche mettere un oggetto che ha il tuo odore, per dargli fiducia. Quando vedi che è in grado di affrontare i pochi minuti da solo, aumenta gradualmente.

  • Facilita la socializzazione: seguendo le regole previste in periodo di quarantena, porta il tuo cucciolo o gattino in strada tenendolo in braccio. Fai brevi passeggiate per dargli nuovi stimoli olfattivi e sonori. Questo lo aiuterà ad abituarsi. Dagli tempo; ogni cucciolo e gattino ha i suoi ritmi. Incoraggialo con premi e lascialo gradualmente esplorare da solo.

  • Evita le punizioni: è meglio essere pazienti. Punire un cucciolo o un gattino porterà solo stress, ansia e frustrazione. Ignora i comportamenti indesiderati e rafforza quelli appropriati con ricompense - è una formula infallibile!

  • Prendi in considerazione l'uso di feromoni sintetici: hanno il potere di rilassare cani e gatti e di creare stati di calma. Forse possono essere un ottimo alleato post-quarantena per il tuo cucciolo o gattino. Ma chiedi al veterinario prima di utilizzarli.

Allevare un cucciolo o un gattino è una sfida che si amplifica in questa condizione di ristrettezza. Come hai potuto vedere, le chiavi per evitare comportamenti indesiderati quando tutto tornerà alla normalità sono pazienza e perseveranza. Abitua gradualmente il tuo cucciolo o gattino alle nuove routine. Evita le punizioni e rafforza il comportamento corretto. Questo è il modo migliore per affrontare il post-quarantena con il tuo animaletto e vedrai che andrà tutto bene!

Scopri il cibo migliore per il tuo cane

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti