Ernia gatto, cosa c'è da sapere - ADVANCE

Ernia gatto, cosa c'è da sapere

Un'ernia è una sporgenza totale o parziale di un organo o di un tessuto attraverso la cavità che lo contiene.

Nei gatti esistono diversi tipi di ernia e, a seconda del tipo, delle cause e dei sintomi che presenta il tuo gatto, la prognosi e il trattamento possono variare. È importante la sua rapida individuazione e il trattamento, perché può portare a conseguenze fatali. In questo articolo ti diciamo di più sull'ernia nel gatto.

 

TIPI DI ERNIA GATTO

 

Esistono molti tipi di ernia nel gatto che dipendono dalla zona interessata, da cui l’ernia prende il nome, ad esempio quella iatale, scrotale, addominale o femorale (molto rara nei gatti)... Ecco maggiori informazioni sulle più comuni: 

 

ERNIA DIAFRAMMATICA

 

Il diaframma è il muscolo che separa la cavità toracica da quella addominale e la sua funzione principale è quella di contrarre ed espandere il torace durante la respirazione. Un'ernia localizzata in questo muscolo fa sì che gli organi situati nell'addome entrino nel torace.

  • Cause: trauma, anche se può essere ereditaria, come l'ernia peritoneo-pericardica.

  • Sintomi: distress respiratorio significativo, con respirazione rapida e superficiale accompagnata da una posizione ortopnoica (arti separati con testa e collo estesi). Si verifica perché gli organi che passano nel torace esercitano una pressione sui polmoni, ostacolando la loro espansione.

 

ERNIA PERINEALE

 

L'ernia perineale si verifica a causa di una rottura o un indebolimento della parete muscolare del bacino, causando la possibilità che organi addominali come la prostata, la vescica, l'intestino tenue, così come il grasso addominale, passino attraverso questa rottura. La conseguenza è che qualche organo rimanga intrappolato nell'ernia causando un arresto della circolazione e mettendo in pericolo la vita del gatto per mancanza di sangue all'organo. 

Colpisce maggiormente i gatti anziani e i maschi non castrati. Si raccomanda quindi la castrazione durante l'intervento di questa ernia per evitare ricadute.

  • Sintomi: gonfiore nelle aree adiacenti al retto e all'ano (area perianale), costipazione e tenesmo (sforzo per defecare), incontinenza o difficoltà urinaria, dolore addominale, anoressia e letargia.

 

ERNIA OMBELICALE

 

Questa ernia è congenita e si verifica nel cordone ombelicale. Il cordone ombelicale viene tagliato dopo la nascita, e guarisce formando l'ombelico. Quando non guarisce bene, rimane un'apertura attraverso la quale possono uscire il grasso, le anse intestinali dell'addome..., causando un'ernia ombelicale.

  • Sintomi clinici comuni: come per l'ernia inguinale, dipende dalle dimensioni e dalle strutture coinvolte. È presente un rigonfiamento nella zona dell'ombelico dei gattini. Può chiudersi da sola o causare problemi di salute quando l'ernia è grande o c'è soffocamento di organi e viscere.

 

ERNIA INGUINALE

 

Si verifica a causa di un difetto negli anelli inguinali che formano un tratto nella regione inguinale della parete addominale. Il cordone spermatico nei maschi e il legamento rotondo dell'utero nelle femmine, così come diversi vasi sanguigni, linfatici e nervi passano da qui. Le ernie inguinali congenite si presentano spesso insieme alle ernie ombelicali.

  • Cause: normalmente ereditaria, anche se può comparire a seguito di un trauma nella zona. L'obesità, i disturbi metabolici e nutrizionali e la gravidanza sono fattori predisponenti.

  • Sintomi: può passare inosservata o causare un leggero gonfiore localizzato senza grandi conseguenze. Oppure può causare un soffocamento dei tessuti, provocando dolore, vomito, minzione frequente, anoressia o letargia, e mettendo a rischio la vita del tuo gatto.

 

ERNIA DEL DISCO

 

È una malattia degenerativa che colpisce i dischi intervertebrali, ovvero le strutture che separano ciascuna delle vertebre della colonna, causando la compressione del midollo spinale. Sono rare in questi animali e di solito colpiscono la regione lombosacrale dei gatti anziani.

  • Sintomi più frequenti: paresi o paralisi del terzo posteriore, atassia (mancanza di coordinazione dei movimenti), incontinenza urinaria, flaccidità della coda e difficoltà nella minzione.

 

ERNIA GATTO: DIAGNOSI E TRATTAMENTO

 

La maggior parte delle volte l'ernia nei gatti può essere diagnosticata a occhio nudo, ma altre volte è necessario fare affidamento su segni e sintomi clinici che richiedono ulteriori test di imaging per confermare la diagnosi.

Il trattamento dipende dal tipo di ernia e dalla sua gravità. Alcuni tipi possono essere trattati con un trattamento conservativo. Altri con un trattamento farmacologico, fisioterapia e riabilitazione e altre misure per controllare l'evoluzione e mantenere il massimo benessere del gatto. Ma la maggior parte richiede un intervento chirurgico, per riposizionare gli organi che sono fuori posto e suturare dell'ernia.

La prognosi e l'evoluzione del gatto saranno date dalle sue condizioni, ma la diagnosi precoce aumenta le possibilità di una buona risoluzione.

È difficile sapere cosa sta succedendo al tuo gatto perché, a volte, i sintomi sono difficili da notare.

In caso di qualsiasi cambiamento nel suo comportamento o nelle sue abitudini, così come se noti uno dei sintomi, non esitare ad andare dal veterinario per un esame specifico.

Scopri il cibo migliore per il tuo gatto

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti