Gatto iperattivo, come calmarlo? - ADVANCE

Gatto iperattivo, come calmarlo?

Un gatto può essere iperattivo? Se il tuo gatto ti sorprende con sprazzi di energia incontrollata, potrebbe esserlo. Per fortuna puoi calmarlo, ma devi anche essere a conoscenza delle malattie che possono causare iperattività.

In questo articolo, vogliamo mostrarti come riconoscere un gatto iperattivo. Partiamo dal presupposto che il tuo gatto possa avere alti picchi di attività che lo portano a saltare, correre velocemente o arrampicarsi senza apparente controllo. Inoltre, potresti notare che è troppo attivo nella caccia o che miagola più del solito. Questi comportamenti sono caratteristici della specie, ma a volte l’iperattività può essere associata a cambiamenti comportamentali o ad alcuni problemi di salute.

 

COS È L'IPERATTIVITÀ DEL GATTO?

Nel determinare se hai un gatto iperattivo, prima devi osservare e capire qual è il suo normale livello di attività. Ovvero, devi conoscere i suoi modelli di comportamento generale. Se il livello di attività è davvero eccessivo o anormale, lo noterai. 

 

Attenzione: i comportamenti del tuo gatto potrebbero attirare la tua attenzione perché non ti sembrano normali. Tuttavia, potresti aver frainteso questi indizi perché non conosci bene quale sia il comportamento naturale del tuo felino. Per esempio, sai perché il tuo gatto fa le fusa?

 

Pertanto, la prima cosa che faremo è definire i ritmi di attività dei gatti. Inoltre, si dovrebbe tenere presente che i comportamenti naturali dei gatti possono variare a seconda della razza, dell'età, del temperamento, della salute o dello stato emotivo.

 

RITMI DI ATTIVITÀ FELINA

Anche se possono variare da un gatto all'altro, possiamo stabilire alcuni parametri che definiscono il comportamento normale e corretto dei gatti. Vediamoli!

 

I gatti di solito dormono circa 11-15 ore al giorno, ovvero quasi il 50% della giornata, anche se non dormono tutte le ore di seguito; alternano infatti periodi di scarsa attività con periodi di normale iperattività.

  • I gatti giovani sono più attivi all'alba e al tramonto. In questi momenti, il tuo gatto ha più voglia di giocare e di dimostrare le sue doti da cacciatore.

  • Se il tuo gatto è adulto, il suo comportamento varierà di più. Potrebbe essere più attivo di notte, alternando i tempi di attività tra le ore di luce e quelle di buio in modo più o meno uniforme, oppure, se si è ben adattato alle tue abitudini, dormirà di notte e sarà attivo durante il giorno.

In ogni caso, dovresti osservare il tuo gatto ogni giorno per determinare quali sono le sue normali abitudini. Tenendo questo a mente, si potrà parlare di problemi di salute in un gatto iperattivo che ha sperimentato un aumento eccessivo di attività che non è coerente con i suoi comportamenti naturali.

 

ESISTONO DELLE PATOLOGIE CHE RENDONO IL MIO GATTO IPERATTIVO?

 

È possibile identificare molto meglio un gatto iperattivo se, oltre al drastico cambiamento di comportamento, si notano anche altri sintomi. Ecco alcune delle patologie che possono rendere il tuo gatto iperattivo:

  • Comportamento alterato che deriva da uno spazio poco o per nulla adattato alla natura del gatto o addirittura al confinamento. Se i gatti non sono in grado di dare libero sfogo ai propri istinti, possono sviluppare stress e ansia che ne alterano il comportamento. In particolare, avrà degli sprazzi di attività per liberare l'energia accumulata.

  • Problemi al sistema nervoso. Le patologie che compaiono nei gatti anziani, per esempio, come la demenza senile, sono la causa di comportamenti anomali. Se il tuo gatto è vecchio e lo senti emette delle vocalizzazioni strane, lo vedi disorientato e ha picchi di iperattività, è probabile che abbia un disturbo neurologico.

  • Diverse malattie che causano prurito, dolore o qualsiasi altro disagio nel gatto possono portare ad alterazioni nel comportamento felino. Un esempio è l'ipertiroidismo felino, un disturbo endocrino che causa uno stato di nervosismo e iperattività nel gatto. Inoltre, questo stato di eccitazione è accompagnato da una maggiore sete, aumentando così le visite alla lettiera, e anche da una maggior fame, il che lo porterà ad aumentare di peso e ad avere disturbi gastrointestinali.

 

COME CALMARE UN GATTO IPERATTIVO?

Se hai un gatto iperattivo in casa, oltre a far visita al veterinario per determinare la causa dell'iperattività, vorrai sapere come calmarlo.

Ecco alcuni strumenti utili affinché lo stress non colpisca anche te:

  • Adatta lo spazio alle esigenze del tuo gatto: è essenziale che sia stimolato fisicamente e mentalmente. Lascia che sviluppi il suo comportamento naturale - cerca di fornirgli dei tiragraffi e dei giochi per aiutarlo a consumare le energie e a calmarsi. Potresti voler incoraggiare i giochi la sera per dare al tuo gatto il tempo di rilassarsi prima di andare a dormire.

  • Premia la sua calma: è facile ignorare il tuo gatto quando ha picchi di iperattività e non smette di graffiare e mordere. Ricompensarlo nei momenti di quiete, però, lo incoraggerà a calmarsi per ricevere un premio.

  • Trova un compagno felino per il tuo gatto: può essere la soluzione per fargli bruciare energia, anche se devi rifletterci bene. Per esempio, un gatto anziano sarà stressato da un nuovo compagno più energico.

  • Ignora le richieste di attenzione che arrivano di notte: il tuo riposo è sacro. Anche se ha una malattia, il tuo gatto non dovrebbe abituarsi al fatto che se chiede la tua attenzione, tu rispondi dandogli subito quello che vuole. Se il tuo gatto è un nottambulo, dagli da mangiare prima di andare a letto. Molti gatti preferiscono fare un pisolino dopo il pasto.

  • Utilizza feromoni calmanti: queste sostanze sintetiche possono aiutare il tuo gatto a calmarsi in situazioni che causano molto stress.

  • Vai dal veterinario: è fondamentale risolvere tutti i dubbi che hai su come prenderti cura del tuo gatto, soprattutto se noti un comportamento o un sintomo strano. Il tuo gatto potrebbe essere malato.

  • Chiedi il parere di un etologo: se il tuo gatto ha un disturbo comportamentale, questo esperto ti aiuterà a determinare le cause di tale comportamento e, se necessario, ti suggerirà un trattamento o una cura specifica.

Non possiamo dimenticare che i gatti sono gatti: hanno i loro comportamenti naturali e il loro istinto li porterà a fare cose che a volte non ti piacciono o che ti risultano scomode. Per una buona convivenza con il tuo gatto però, è necessario comprendere e adattarsi alle sue esigenze primarie. Ma se noti che il suo comportamento cambia e risulta anomalo, parla con il veterinario per capire se si tratta di un gatto iperattivo e, se così fosse, puoi aiutarlo a ritrovare il suo stato di calma.

Scopri il cibo migliore per il tuo gatto

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti