Il gatto persiano | Advance

Il gatto persiano

Il persiano è un gatto molto distinto e peculiare, facilmente riconoscibile per due caratteristiche essenziali: la testa tonda dal muso schiacciato e il pelo lungo e folto.
È una delle razze più antiche documentate.

Il nome stesso indica appunto le remote origini di questo gatto: la Persia, regione dell’Asia Minore che corrisponde all’attuale Iran.

Di indole docile e socievole, il persiano è tra i gatti da compagnia più popolari. Benché sia di natura dolce e delicata, per integrarsi bene nella famiglia ha bisogno di sentirsi a suo agio nel suo ambiente, perciò è importante ospitarlo in una casa tranquilla e offrirgli routine e abitudini che gli garantiscano sicurezza e stabilità.

IL RE DEL GLAMOUR

Quando viene accarezzato o gli si parla, il gatto persiano rimane immobile per qualche istante. Riceve i complimenti in modo molto speciale e può trascorrere ore sul davanzale a guardare dalla finestra oppure su un cuscino, con la massima indolenza. L’eleganza e il glamour del tutto particolari di questo gatto lo hanno reso degno di elogi.

TRANQUILO E INDEPENDENTE

È un animale tranquillo e piuttosto sedentario. Molti sostengono che è il perfetto animale domestico perché non chiede più manifestazioni di affetto di quante il suo umano intenda dargliene e non insisterà perché giochi sempre con lui. Tuttavia, c’è una cosa per la quale devi avere molta disponibilità: per conservare la grande bellezza della pelliccia del gatto persiano dovrai dedicare buona parte del tuo tempo a spazzolarla.

Di indole docile e socievole, il persiano è tra i gatti da compagnia più popolari

LA DIETA

Questa razza non richiede cure particolari per quanto riguarda l’alimentazione. Per mantenere il suo pelo sano e lucido, è bene alimentarlo con cibo appositamente formulato che gli fornisca grassi di buona qualità.

SALUTE

Questi gatti possono soffrire di affezioni agli occhi, alla respirazione e alla mandibola (per la forma del cranio accorciato). L’apparato respiratorio è un po' delicato, perciò è consigliabile evitare profumi e talco per non provocargli bronchiti o addirittura asma.
Le femmine di questa razza possono avere un parto problematico perché il bacino non è molto ampio e i cuccioli hanno la testa piuttosto grande rispetto al corpo, perciò talvolta può essere necessario il taglio cesareo.
Una patologia particolare alla quale è predisposta questa razza è la malattia policistica renale che colpisce i reni. Si manifesta nel gatto adulto – tra i 3 e i 10 anni di età – ed è una malattia ereditaria, perciò se sai che il tuo gatto è portatore dovrai evitare che si riproduca.

FICHE

  • PESO: da 3,5 a 7 chilogrammi

  • COLORE: esistono fino a 100 varietà. Mantello di un solo colore (azzurro, lilla, nero, bianco, cioccolato, rossiccio e seppia) e bicolore (arlecchino, silver, golden, van, tartaruga, tabby e colourpoint).

  • PELO: lungo, esuberante e abbondante

  • LONGEVITÀ: da 12 a 15 anni o più

Articoli che
potrebbero interessarti