Il parassiti esterni del gatto | Advance

Il PARASSITI ESTERNI DEL GATTO

Pulci, acari e zecche sono alcuni dei più comuni parassiti esterni che cercheranno di vivere sul corpo del tuo gatto. Questi organismi fanno esattamente questo: vivere a spese di un’altra specie, nutrendosi di essa e provocando un forte deterioramento fisico all’animale che li “ospita”.

Pulci Acari Zecche

Le ectoparassitosi sono molto frequenti sia negli animali di città sia negli animali che vivono in aree più rurali. Come prevenirle? Somministrando prodotti antiparassitari e seguendo sempre le indicazioni del veterinario di fiducia.

Le ectoparassitosi sono molto frequenti sia negli animali di città sia negli animali che vivono in aree più rurali.

PULCI

La toeletta giornaliera a cui il gatto si dedica gli permette di eliminare le pulci che lo infastidiscono e che tu faresti più fatica a individuare sulla sua pelle o tra il pelo.
La pulce è il parassita che incontrerai più spesso sul tuo gatto, e farai fatica a eliminarlo una volta che entri in casa perché quando si moltiplicano questi insetti non si insediano solo tra il pelo del gatto – nutrendosi del suo sangue – ma si stabiliscono anche tra le fibre di tappeti e moquette, sotto i mobili e gli elettrodomestici oppure nelle zone d’ombra, ad esempio in giardino o all’esterno se il gatto può uscire.

Alcuni gatti non ne risentono assolutamente, mentre altri soffrono di dermatite causata dall’allergia al morso della pulce o addirittura di infezioni secondarie, oltre che di sbalzi d’umore, malessere, appetito instabile, pelo di cattivo aspetto, coliche o diarree.

ACARI

Provocano la scabbia e non sono visibili a occhio nudo, ma poiché penetrano fino negli strati profondi della pelle producono reazioni infiammatorie, prurito intenso, croste umide e caduta del pelo. Di preferenza si insediano nelle zone della testa, del collo e delle orecchie. Se sospetti che il tuo gatto possa avere la scabbia, portalo immediatamente dal veterinario perché confermi o neghi la diagnosi ed eventualmente stabilisca il trattamento da seguire.

ZECCHE

Benché non siano frequenti nei gatti domestici, potrebbero manifestarsi nei gatti che si muovono in esterno. Possono provocare malattie infettive severe, con sintomi quali anemia e perdite di sangue, che risulterebbero gravi se non controllate per tempo.
Le zecche possono insediarsi in qualsiasi parte del corpo, soprattutto sulle orecchie, sulla testa e tra le dita dell’animale.

Se incontri una zecca tra il pelo del gatto, eliminala immediatamente. Per farlo, indossa guanti di lattice, versa dell’alcol o dell’olio sulla zecca per debilitarla e quando inizia a cedere estraila con la massima attenzione per evitare che parti dell’insetto rimangano adese alla pelle del gatto. Terminata l’operazione, applica al gatto un prodotto adatto alla prevenzione di questi parassiti.

Articoli che
potrebbero interessarti