L'anatomia del gatto - ADVANCE

L'anatomia del gatto

Probabilmente sei un esperto del comportamento e della personalità del tuo amico felino. Ma ti sei mai soffermato a pensare all'anatomia del gatto?

Le sue abilità, il suo istinto di caccia e la necessità di curiosare ed esplorare tutto sono possibili grazie all'anatomia del gatto. Per non farti sfuggire nessun dettaglio, in questo articolo ti raccontiamo tutto ciò che la riguarda e come condiziona il suo comportamento. Continua a leggere per sorprenderti dell'eredità ancestrale di questo enigmatico animale.

 

ANATOMIA DEL GATTO: LE ORIGINI

 

Sebbene il gatto sia stato addomesticato come specie, le sue caratteristiche genetiche risalgono a diversi secoli fa: l'antenato selvatico del gatto è responsabile delle sue peculiari caratteristiche fisiche, modellate dall'adattamento al suo habitat selvaggio. 

 

Il gatto è un animale di origine selvatica, un cacciatore, un mammifero rigorosamente carnivoro.

 

6 punti chiave dell’anatomia del gatto

Per studiare l'anatomia del tuo gatto, ci concentreremo su 6 strutture diverse. Scopriremo perché il suo corpo ha alcune caratteristiche e non altre, e come queste vengono dal suo passato più selvaggio. Ti sorprenderanno!

1. Pelle e manto

  • La pelle e il pelo sono una parte fondamentale dell'anatomia del gatto. La loro funzione principale è quella di proteggerlo dal caldo e dal freddo. Come per gli altri mammiferi, la pelle è l'organo più grande dell'anatomia del gatto e ha il compito di isolarlo.

  • Come nel caso del cane, il gatto è privo di ghiandole sudoripare e quindi utilizza un altro meccanismo per regolare la sua temperatura corporea: infatti il tuo gatto usa il respiro e espelle il troppo calore attraverso un eccesso di salivazione.

  • Un'altra funzione della pelle ha a che fare con la comunicazione di questa specie felina. Sul mento, sulle tempie e sul tronco della coda il gatto ha dei feromoni con cui rilascia il suo odore. Quando il tuo gatto si strofina contro i muri, i mobili o la tua gamba, sta in realtà lasciando dei segnali per comunicare con gli animali della sua specie.

2. Artigli

  • Anche le unghie del tuo gatto svolgono un ruolo centrale: hai mai notato che sono retrattili? Il tuo amico felino può estrarre e nascondere i suoi artigli ogni volta che vuole. Grazie a questo meccanismo, può sempre averli affilati e pronti quando ne ha bisogno.

  • Come con i feromoni che aiutano a marcare il territorio, il tuo gatto è in grado di lasciare messaggi agli altri gatti con i suoi artigli. Marcare il territorio con i graffi è un comportamento curioso e affascinante. Inoltre, non ci penserà due volte a difendersi o ad arrampicarsi su un albero - gli artigli dei gatti sono un'arma molto versatile.

3. Vibrisse

  • Sono, senza dubbio, un'altra delle caratteristiche più autentiche dell'anatomia del gatto. I baffi, o vibrisse per la precisione, sono composti da peli tattili in grado di percepire stimoli di contatto che facilitano l'orientamento e la ricerca della possibile preda.

  • Sapevi che i gatti hanno un occhio da cacciatore molto sviluppato? Ciò significa che sono specialisti nel puntare le prede a grande distanza. Tuttavia, non vale lo stesso quando devono concentrarsi su oggetti vicini ed è qui che entrano in gioco le vibrisse che compensano questa mancanza: attraverso di esse, il gatto è in grado di cogliere gli stimoli tattili che, arrivando al cervello, ricostruiscono un'immagine tridimensionale e molto dettagliata dell'oggetto che ha di fronte.

4. Apparato locomotore

  • Questo apparato è quello che permette al gatto di spostarsi. L’apparato locomotore del gatto è costituito dallo scheletro (ossa e articolazioni), che è la base rigida, e da un'altra parte meccanica e motoria (muscoli, tendini e legamenti). Lo scheletro del tuo gatto ha circa 244 ossa.

  • L'anatomia del gatto comprende una muscolatura molto potente, soprattutto alle estremità anteriori, che gli conferisce un'eccellente mobilità. Inoltre, ha una grande flessibilità negli arti posteriori, che gli permettono di fare balzi potenti.

  • Anche i legamenti sono molto forti, il che gli permette di resistere a forti impatti. Grazie a questo, i gatti possono saltare da posti molto alti senza farsi male.

5. Apparato digerente

  • Se osservi l'apparato digerente del gatto dall'inizio alla fine, ne rimarrai sicuramente sorpreso. In bocca, il gatto ha delle forti zanne, appositamente progettate per catturare le prede. La lingua, invece, è costituita da papille coniche specializzate che hanno una forma appuntita, perfetta per la toelettatura.

  • Quando il gatto mangia, il cibo raggiunge lo stomaco attraverso l'esofago e da lì all'intestino tenue. In questa parte del tratto digerente vengono assorbiti i nutrienti. Poi c'è il colon e infine l'ano, da dove vengono espulsi i rifiuti.

  • Per garantire il corretto funzionamento dell'intero sistema, il tuo gatto ha bisogno di un’alimentazione equilibrata e di qualità. Solo così eviterà malattie e crescerà forte e sano. Quindi assicurati sempre di dare al tuo gatto un cibo specifico che soddisfi appieno i suoi bisogni. Sai qual è l’alimento migliore per lui?

6. Apparato urogenitale

  • Infine, non possiamo dimenticare una parte fondamentale dell'anatomia del gatto: il sistema urogenitale. I reni del tuo amico felino sono responsabili del filtraggio del sangue e della rimozione delle sostanze tossiche dal suo corpo attraverso le urine.

  • Devi sapere che i gatti sono animali soggetti a problemi urinari, quindi devi prestare attenzione al loro comportamento e a quando vanno nella lettiera. Non dimenticare di fargli sempre avere la ciotola con l'acqua e scegli di tanto in tanto cibo umido che apporti più liquidi. Non escludere l'opzione di un alimento specializzato per questo problema.

  • Per quanto riguarda il sistema riproduttivo, quello dei gatti presenta alcune caratteristiche piuttosto originali. Ad esempio, l'utero delle femmine ha due corna e il periodo di calore dipende dalla luce. Nella stagione riproduttiva, una gatta avrà diversi calori.

Come hai potuto vedere, l'anatomia del gatto è stupefacente e conoscerla ti permette di identificare possibili anomalie ed eventualmente di andare dal veterinario. Più conosci le peculiarità del tuo gatto, più facile sarà capire il suo comportamento e i suoi bisogni, così potrai comprenderlo meglio ed essere più coinvolto nel suo benessere.

Scopri il cibo migliore per il tuo gatto

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti