Segnali e sintomi di malattia | Advance

Segnali e sintomi di malattia

Quando il tuo gatto si ammala, devi prendertene particolare cura. Un gatto “casalingo” ha meno probabilità di ammalarsi rispetto a un gatto che passa molto tempo fuori casa o che ha relazione con altri gatti.

D’altro lato, il suo selvaggio istinto di sopravvivenza – che può essergli di grande aiuto fuori – in casa può essere controproducente perché cercherà di non mostrare segni di debolezza (e malattia) e sarà quindi più difficile individuare in lui un’eventuale situazione anomala. Per questo motivo è importante conoscere le malattie più comuni e i relativi sintomi.

VIRUS E MALATTIE PIÙ COMUNI PARASSITI OBESITÀ I SEGNALI CHE CI INVIA

VIRUS E MALATTIE PIÙ COMUNI

I virus più abituali e pericolosi per i gatti, che si propagano per contagio, sono: peritonite infettiva, leucemia e immunodeficienza acquisita felina. Sono comuni anche i raffreddori, l’influenza felina e altre malattie non virulente come la broncopolmonite, l’otite, la stomatite, la faringite, le cataratte, il diabete, le malattie renali e cardiache.

Le malattie che il gatto può trasmettere agli esseri umani sono la toxoplasmosi e la rabbia: la prima si trasmette per contatto con le feci dell’animale; la seconda è severa sia per i gatti sia per gli esseri umani e si trasmette con un morso, ovvero tramite il contatto della saliva dell’animale malato con il sangue della persona morsa. Entrambe le patologie sono eccezionali nei gatti casalinghi.

PARASSITI

Altro problema frequente è costituito dai parassiti, piccoli organismi che si installano all’interno e all’esterno del corpo del gatto e vivono a sue spese. I parassiti interni (vermi piatti o rotondi) normalmente alloggiano nell’intestino e si nutrono dei resti di cibo e delle mucose dell’apparato digerente. I parassiti esterni più comuni sono le zecche, le pulci, gli acari della scabbia e le zanzare.

OBESITÀ

L’obesità è causata generalmente da un’ingestione di calorie non proporzionale al consumo energetico del gatto, ma può essere dovuta anche a problemi della ghiandola tiroidea, dell’ipotalamo o allo stress.

I SEGNALI CHE CI INVIA

Devi prestare attenzione a qualsiasi variazione di condotta del tuo gatto perché solitamente agire per tempo è cruciale per risolvere qualsiasi problema di salute. Questi sono i sintomi più comuni che indicano che il tuo gatto non sta bene:

  • Cambiamenti di condotta

  • Smette di farsi la toeletta

  • Perdita di appetito

  • Perdita di peso

  • Problemi urinari

  • Diarrea o stipsi

  • Vomito continuo

  • Tosse

  • Starnuti/secrezioni nasali

  • Alito cattivo

  • Bava

  • Si gratta o si lecca in eccesso

  • Problemi al momento del parto

  • Problemi oculari

  • Perdita di equilibrio

  • Irrigidimento/paralisi

Un gatto “casalingo” ha meno probabilità di ammalarsi rispetto a un gatto che passa molto tempo fuori casa o che ha relazione con altri gatti.

Articoli che
potrebbero interessarti