Stitichezza gatto: che fare? - ADVANCE

Stitichezza gatto: che fare?

La stitichezza nei gatti è un problema relativamente comune. Proprio come le persone, il tuo gatto può avere difficoltà a evacuare.

In questo articolo spieghiamo i sintomi e le cause della stitichezza nel gatto, oltre al trattamento consigliato e alle misure preventive che puoi adottare per evitare che il tuo gatto ne soffra.

 

IL MIO GATTO È STITICO?

 

Se il tuo gatto è adulto e consuma cibo e acqua, normalmente defeca ogni giorno. Tuttavia, se noti che non fa i bisogni per due o più giorni, o che le sue feci sono troppo secche e dure, molto probabilmente soffre di stitichezza. In questo caso, è meglio portarlo dal veterinario per una valutazione.

 

Quando il gatto è costipato, le feci si accumulano nel colon e sono di solito molto dure e secche perché non possono passare normalmente attraverso il retto per essere espulse. Se la stitichezza dura più di due giorni, può portare ad un blocco dell'intestino o ad altri problemi. Quindi è importante tenere d'occhio i movimenti intestinali del tuo gatto e conoscere quali sono le abitudini sane da seguire.

 

STITICHEZZA GATTO: LE CAUSE

 

Alcuni dei motivi per cui il tuo gatto può soffrire di stitichezza sono:

  • Disidratazione o scarso consumo di acqua: i gatti di solito non bevono molto durante il giorno, ma se non si idratano abbastanza, le loro feci possono diventare dure e secche.

  • Dieta povera di fibre.

  • Consumo di ossi: non dovresti mai dare al tuo gatto carne con osso, perché gli ossi possono causare costipazione o altri problemi digestivi, tra cui perforazioni intestinali e ostruzioni.

  • Palle di pelo: il tuo gatto ingoia peli durante la toelettatura quotidiana. Se ne perde troppi, sono troppo lunghi o se il gatto non li espelle, può portare alla stitichezza.

  • Ingestione di un corpo estraneo: se il gatto ingerisce un oggetto, ciò può causare un'ostruzione intestinale e quindi stitichezza.

  • Obesità: se il gatto è obeso, è probabile che conduca una vita sedentaria e la mancanza di esercizio fisico può portare stitichezza. A causa del peso, può anche avere difficoltà ad entrare nella lettiera e a posizionarsi per defecare normalmente.

  • Dolore: nella zona lombare, nei fianchi o nelle zampe posteriori può impedirgli di assumere la postura corretta per defecare.

  • Problemi ai reni.

  • Lo stress causato da cambiamenti nella posizione della lettiera, la lettiera stessa, il tipo di sabbia, ecc. Inoltre, se la lettiera è sporca, il tuo gatto può evitare di usarla, il che può portare a costipazione.

 

STITICHEZZA GATTO: I SINTOMI

 

Se il tuo gatto è stitico, è probabile che abbia alcuni dei seguenti sintomi:

  • Cerca di defecare ma non ci riesce.

  • Passa molto tempo nella lettiera, ma defeca poco e le feci sono dure e asciutte.

  • Miagola quando cerca di defecare.

  • Le sue feci contengono muco o sangue.

  • Il suo appetito diminuisce.

  • Vomita.

  • È apatico.

 

STITICHEZZA GATTO: COME EVITARLA

 

Per evitare che il tuo gatto diventi stitico, è importante che abbia sempre acqua fresca a disposizione. Se noti che beve troppo poco, incoraggialo a bere da una fontana o da un rubinetto, poiché a molti gatti piace l’acqua corrente per il rumore che produce.

 

Un'altra opzione è quella di mescolare il mangime secco con il cibo per gatti umido che fornisce acqua e può essere d'aiuto per l'idratazione. Tuttavia, è importante che il cibo non sia tutto umido, in quanto può sporcare i denti e causare alitosi e tartaro. Se il tuo gatto tende ad essere stitico, è meglio consultare il veterinario per sapere quale sia la dieta migliore per lui.

 

È essenziale che la lettiera sia in un luogo tranquillo e facilmente accessibile. Deve anche essere pulita (sia la lettiera che la sabbia). E se il tuo gatto è obeso, parla con il veterinario per farti consigliare una dieta e uno stile di vita sani.

 

Se il tuo gatto produce molte palle di pelo durante la toelettatura, puoi dargli una piccola quantità di malto per gatti una volta alla settimana. È anche consigliabile spazzolarlo quotidianamente o 2-3 volte a settimana per ridurre l'ingestione di pelo. E molto importante: mai dargli lassativi o clisteri per esseri umani! Possono essere tossici per lui.

Scopri il cibo migliore per il tuo gatto

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti