La sindrome del gatto paracadutista | Advance

LA SINDROME DEL GATTO PARACADUTISTA

Hanno sette vite, sono equilibristi, cadono sempre in piedi... Tanti miti che crollano in un secondo, l’istante stesso in cui il tuo gatto perde l’equilibrio, cade da un’altezza elevata e vola per diversi metri come un paracadutista fino a sbattere ingloriosamente a terra.

I traumi dei gatti provocati dalla cosiddetta sindrome del gatto paracadutista sono una causa frequente di visita al veterinario.

È vero tuttavia che i gatti hanno la capacità istintiva di atterrare sulle quattro zampe a prescindere dalla posizione assunta prima di lanciarsi, perché il peso del corpo è distribuito in modo simmetrico e armonioso e il centro di gravità coincide con il centro geometrico. Questa caratteristica permette al gatto di recuperare la sua posizione fisiologica in fase di caduta... ma non sempre ci riesce. Può andargli male.

Si parla di “sindrome del gatto paracadutista” quando il felino soffre di lesioni per essersi lanciato nel vuoto da un balcone o da una finestra. Le lesioni non sono dovute al lancio in sé, ma perché il gatto scivola o perde l’equilibrio (per una folata di vento, qualcosa che lo spaventa, una distrazione...) Quando il gatto si lancia nel vuoto e non riesce a correggere la postura in aria, cade da un’altezza eccessiva o sbatte contro fili della biancheria o sporgenze, può subire ferite di gravità variabile.

Il solo fatto di cadere da una finestra, anche se ne esce illeso, è un’esperienza che lo spaventa parecchio. Non stupirti se dopo un’avventura di questo tipo il tuo gatto rimane nascosto per due o tre giorni.

LESIONI DEL GATTO PARACADUTISTA

I traumi e le lesioni causati da questo tipo di cadute interessano soprattutto la testa, la colonna vertebrale, il torace e l’addome.
Anche se appare sorprendente, sono più gravi i casi di gatti che si lanciano da un’altezza di meno di due piani perché hanno meno tempo di correggere la posizione del corpo e distendersi per diminuire la velocità di caduta e ridurre così l’impatto contro il suolo. La capacità di sopravvivenza a una caduta in altezza tuttavia ha un limite: altezze equivalenti a un quinto o sesto piano finiscono per essere mortali.

PROFILO DEL GATTO PARACADUTISTA

Il gatto più prono a soffrire della sindrome del gatto paracadutista ha due caratteristiche:

  • Ha meno di due anni: i gatti anziani si lanciano con meno frequenza.

  • Non è sterilizzato: un gatto in calore può avere comportamenti che lo porta a cadere da una finestra o da una balcone.

Nessun gatto tuttavia è completamente al sicuro dalla caduta dall’alto: la prevenzione in casa sarà la soluzione migliore!

COSA FASE SE IL TUO GATTO CADE DAL BALCONE O DALLA FINESTRA

Se il tuo gatto cade da un’altezza importante, avvolgilo delicatamente in una coperta o in un asciugamano e portalo rapidamente in un ospedale veterinario che offra servizi di traumatologia.
Il solo fatto di essere caduto da una finestra, anche se ne esce illeso, è un’esperienza che lo spaventa parecchio. Non stupirti se dopo un’avventura di questo tipo il tuo gatto rimane nascosto per due o tre giorni. Dagli tempo perché si riprenda, non forzarlo e poco a poco da solo riprenderà il suo comportamento abituale.

Articoli che
potrebbero interessarti