Alimentazione del gatto: Il mio gatto mangia come me!


Alimentazione del gatto: Il mio gatto mangia come me!

Si è sempre pensato che fosse un animale molto esigente con l'alimentazione. Non mangia di tutto, dicono, ed è restio a provare nuovi alimenti. C'è qualcosa di vero in queste affermazioni, ma per spiegarle dobbiamo risalire alle loro origini. 

 

Carne e solo carne

 

Gli antenati del gatto erano strettamente carnivori e trascorrevano buona parte del loro tempo cacciando. Il gatto domestico si è adattato a questo tipo di dieta: le sue mandibole, il suo apparato digestivo e il suo comportamento sono perfetti per cacciare. Per questo, la sua principale fonte di alimentazione continua ad essere la carne. Attualmente i produttori di alimenti considerano molto questo aspetto e nei loro prodotti la fonte principale di proteine è di origine animale, sia sotto forma di carne che di selvaggina (vitello, pollo), che di pesce (salmone, tonno). 

 

L'odore della sardina… 

 

Come dice una canzone spagnola, Don Gatto resuscitò all'odore della sardina e, anche se questo è abbastanza improbabile, qualcosa di vero c'è. L'olfatto del gatto è molto più sensibile rispetto a quello delle persone ed è il primo dei sensi che si attiva davanti al cibo. Se l'odore risulta appetibile, un gatto può provare un alimento che può essere insipido. È qui che entra in gioco il senso del gusto. Entrambi i sensi si combinano per permettere al gatto di apprezzare l'alimento nella sua completezza. Per quanto riguarda il sapore, i gatti sono poco sensibili al dolce e rifiutano l'acido e l'amaro, ma apprezzano il sapore salato.

 

Acqua abbondante

 

L'acqua è fondamentale per la salute e il benessere del gatto. Hanno bisogno di acqua fresca e pulita indipendentemente dal tipo di dieta che seguono e bisogna cambiarla ogni giorno. È preferibile utilizzare recipienti di porcellana, vetro o acciaio inossidabile, visto che quelli di plastica possono dare un cattivo sapore all'acqua e provocare il rifiuto da parte dell'animale. 

 

Anche se il gatto tende a bere più del solito durante il periodo di calore, è importante che il proprietario conosca la quantità d'acqua che ingerisce ogni giorno, dal momento che se il suo consumo aumenta o diminuisce, può essere sintomo di qualcosa che non va bene nel suo organismo.

 

Mangiare è divertente

 

Se i gatti domestici vivessero nella natura dedicherebbero più di sei ore del loro tempo alla caccia tra ricerca, appostamento, cattura e consumo della preda. In casa, devono solo recarsi dove si trova la ciotola del cibo e il gioco è fatto, motivo per il quale risulta fondamentale fornirgli stimoli affinché non perdano l'interesse per l'alimento. Ecco qui alcune idee: 

 

• Nascondere palline di cibo in piccole scatole di cartone con il coperchio leggermente aperto in modo da costringerli a sforzarsi un po' per arrivarci. 

• Unire due contenitori di yogurt, fare alcuni buchi della grandezza di una moneta e introdurre cibo secco. Utilizzare una corda in modo inventivo e appendere il cibo una distanza raggiungibile dal micio. Bisogna stimolarlo affinché dia colpetti con le zampette e ottenga il prezioso manicaretto. 

 

Queste sono solo alcune idee. Sicuramente, riflettendoci un po', troveremo diversi modi per trascorrere un momento di divertimento con il nostro gatto, oltre al fatto di migliorare la qualità della sua vita.

 

¿Perché il mio gatto non mangia? 

 

• Lo stress ha un effetto negativo sull'alimentazione. Un trasloco, un ricovero o la perdita di un membro della famiglia possono far perdere l'appetito al gatto. 

• I felini rifiutano inoltre gli alimenti che non hanno determinate vitamine e minerali, come la tiamina, motivo per il quale dobbiamo assicurargli che la dieta contenga tutti i nutrienti necessari per soddisfare tutte le loro necessità. 

• Anche l'età, lo stato di salute e l'attività sessuale influiscono sul loro appetito. Un gatto anziano, ad esempio, avrà meno capacità di apprezzare il sapore degli alimenti. 

• Non serve mettere il recipiente con il cibo in qualsiasi luogo della casa. I gatti sono molto sensibili sia alla luce che al rumore, motivo per il quale bisogna cercare di farlo mangiare in un ambiente tranquillo e rilassato.

• Conviene non mettere il recipiente dell'acqua vicino a quello del cibo, per costringere il gatto a spostarsi per cercarlo, come farebbe in condizioni naturali. È inoltre importante che ogni gatto abbia più di un recipiente d'acqua e che questo sia sempre perfettamente pulito.