Come evitare i graffi dei nostri gatti


Come evitare i graffi dei nostri gatti

I gatti, specialmente quando sono cuccioli, hanno bisogno di giocare per imparare e mettere in pratica le loro doti di caccia. Il loro gioco preferito consiste nell'appostamento, nell'inseguimento e nell'attacco a qualunque tipo di preda, che si tratti di un giocattolo, di un animale vivo o dei piedi e delle caviglie del loro padrone quando cammina in casa. Per evitare questi graffi, una delle forme più efficaci è far giocare il nostro animale, preferibilmente con una cannetta con piume e altri accessori che ci consentono di rafforzare il rapporto con il nostro felino. È importante che la nostra mano non entri in contatto diretto con il gatto, dal momento che fin da piccolo deve imparare che la mano accarezza e non serve per giocare. Al contrario, sarà molto difficile fare in modo che non ci graffi quando lo tocchiamo. Un modo per dissuaderlo è interrompere il gioco quando ci graffia. Presto scoprirà che non vogliamo giocare con lui se ci graffia e cercherà di non farlo per farci trascorrere più tempo con lui.

I gatti si abituano a graffiare anche per marcare il loro territorio, specialmente nell'area di isolamento, ovvero dove l'animale si ritira per riposare. Le vittime di questi graffi sono in genere mobili, oggetti di casa, ecc. Questo comportamento si può bloccare installando un graffiatoio vicino alla sua cuccia.

D'altro canto, e anche se la cosa migliore è sempre educare il gatto da cucciolo, insegnandogli dove può e non può graffiare, esistono altre soluzioni al problema. Ad esempio, possiamo utilizzare dei copri-unghie per ridurre i fastidi causati dai graffi. Si possono inoltre tagliare periodicamente le unghie, prestando la massima attenzione a non tagliare la piccola vena situata all'interno dell'unghia. Questa operazione deve essere effettuata fin da piccoli affinché si abituino e deve essere effettuata ogni settimana o due.

La scelta più sconsigliabile, e che fortunatamente è sempre meno diffusa, è la rimozione delle unghie, un'operazione chirurgica molto invasiva che consiste nell'amputazione dell'ultima falange del dito, che è il posto in cui nasce l'unghia. Questa procedura influisce negativamente sulla vita quotidiana del gatto, che verrà privato di uno degli strumenti più pregiati e caratteristici. Può inoltre sviluppare problemi posturali e modificare il suo modo naturale di camminare e muoversi.