Gatti selvatici e felini selvatici


Gatti selvatici e felini selvatici

I gatti sono animali che discendono dai felini selvatici addomesticati circa 10.000 anni fa. Alcuni gatti domestici sono tuttavia tornati a vivere allo stato selvatico e prendono il nome di gatti selvatici. Fortunatamente, in Spagna e in altri paesi europei vivono ancora felini selvatici, ma il loro numero è minacciato dall'incrocio con i gatti selvatici.

In località come la Nuova Zelanda e l'Australia, la caccia dei felini selvatici ha sortito effetti negativi. Si tratta di zone nelle quali gli animali locali non hanno mai dovuto competere con un cacciatore con le abilità di un gatto. Anche nelle Isole Canarie vive un grande insediamento di gatti selvatici, ma alcuni studi sulla loro alimentazione suggeriscono una dieta più ricca di animali introdotti, come topi e conigli, che di specie native, come lo scoiattolo o l'istrice di terra. Gli effetti sulle specie native non sembrano però essere così gravi come in Australia o Nuova Zelanda.

I felini selvatici, dal canto loro, vivono in diverse parti del mondo, ma si osservano raramente perché mantengono un comportamento estremamente prudente nei confronti degli esseri umani. Tra le diverse popolazioni presenti in tutto il mondo vi sono il gatto selvatico europeo e il gatto selvatico africano.

Si riscontrano tuttora possibili incroci tra gatti domestici e gatti selvatici che producono una discendenza fertile; al momento, però, tale condizione rappresenta un grande pericolo per alcune specie di gatti selvatici, ad esempio in Scozia e Ungheria. Gran parte della popolazione esistente di felini selvatici vive in Spagna e Portogallo; tuttavia in questi paesi i felini selvatici geneticamente puri sono minacciati anche dall'incrocio con i gatti selvatici.