La sua riproduzione, una tua responsabilità


La sua riproduzione, una tua responsabilità

Tra gli obblighi dei proprietari di cani e di gatti esiste quello di esercitare una “paternità responsabile”, vale a dire, conoscere la vita sessuale dei propri animali al fine di evitare cucciolate indesiderate o l'abbandono di animali. Per questo dovete sapere tutto sulla riproduzione e la sterilizzazione.

Per quanto riguarda la riproduzione, dei maschi dobbiamo unicamente sapere in che momento arrivano alla maturità sessuale, che nei cani e nei gatti è intorno ai 9 mesi. Invece le femmine sono molto più complicate.

Nelle cagne la maturità sessuale arriva sempre intorno ai 9 mesi, ma dobbiamo sapere molte più cose. Esistono segnali dell'arrivo del calore associati alla vulva, come perdite di sangue, infiammazione e arrossamento. La periodicità del calore è in genere di due volte l'anno e la sua durata è molto variabile, da pochi giorni a tre settimane. La fertilità della cagna dura da 4 a 9 giorni e la durata della gestazione è di 56-58 giorni.

Nelle gatte la maturità sessuale si raggiunge intorno ai 5-9 mesi. Ci sono segnali che indicano l'imminente arrivo del calore, come quando si mostrano più affettuose, miagolano più spesso. strofinano la testa e si appoggiano a terra più del solito. Oppure, quando accarezziamo loro la schiena, rimangono immobili mentre alzano la parte posteriore. Le gatte possono presentare molti calori all'interno di uno stesso periodo di riproduzione e questi durano circa 7 giorni. La gatta è fertile in qualsiasi momento del periodo in cui permette la monta e la gestazione dura da 56 a 69 giorni.

Per evitare cucciolate non desiderate si pratica la sterilizzazione. È consigliata da molti veterinari e migliora la qualità della vita sia degli animali che delle famiglie con le quali convivono.

Il processo più diffuso per sterilizzare i maschi è la castrazione, che consiste nell'estirpazione dei testicoli e che elimina la produzione di spermatozoi aiutando a ridurre alcuni comportamenti fastidiosi come la marcatura con urina, la tendenza dei cani a montare e le dimostrazioni di aggressività verso altri cani. La vasectomia, invece, consiste semplicemente nel legare e sezionare i canali deferenti che permettono l'uscita degli spermatozoi e non ha effetti sul comportamento dell'animale, dal momento che il maschio mantiene intatti i suoi testicoli.

Nelle femmine normalmente si pratica la ovarioisterectomia, che consiste nell'estirpazione dell'utero e delle ovaie. Questo intervento elimina la produzione di ovuli, la produzione di ormoni sessuali femminili e la comparsa di cicli di riproduzione. Un'altra possibilità è la legatura delle trombe, che consiste nel legare e sezionare i condotti che collegano le ovaie con l'utero, ma in questo modo non si elimina il calore né le condotte associate.

Queste informazioni sono molto utili per conoscere le condotte sessuali dei nostri animali e la nostra responsabilità nell'evitare gravidanze indesiderate e l'abbandono degli animali. Fatelo per loro.