Perché i gatti si strofinano contro le gambe dei loro proprietari?


Perché i gatti si strofinano contro le gambe dei loro proprietari?

Quasi tutti i proprietari di gatti lo hanno sperimentato. Al ritorno a casa, il gatto accoglie il suo proprietario con un rituale di saluto nel quale prima si strofina contro le sue caviglie con la testa, poi con il fianco e infine con la coda che avvolge la gamba della persona come in un abbraccio. Arrivato a questo punto, il gatto guarda verso l'alto in direzione del proprietario e torna a strofinarsi facendo le fusa, spesso con piccoli salti sulle zampe anteriori. È piacevole essere accolti in questo modo e la maggior parte dei proprietari coglie l'occasione per accarezzare il loro gatto.

Le persone tendono a vedere questo comportamento come un gesto di affetto dell'animale, quando in realtà si tratta di una marcatura olfattiva. Durante il rituale si verifica un importante interscambio di odori che serve per creare un odore comune e familiare tra tutti gli individui che condividono il territorio. Strofinandosi, il gatto deposita la secrezione delle ghiandole sebacee presenti nella regione temporale (tra occhio e orecchio), vicino alla bocca e alla base della coda. Queste ghiandole producono delle sostanze chiamate feromoni di familiarizzazione che trasformano gli oggetti marcati in oggetti familiari.

Di fatto, il gatto non si strofina solo contro le persone e gli animali che vivono con lui, ma anche contro gli oggetti del suo ambiente. Quando la marcatura olfattiva svanisce, il gatto torna a strofinarsi. I feromoni di familiarizzazione riducono altri tipi di marcatura, ad esempio quelli fatti con l'urina, e negli ultimi anni si è iniziato a commercializzare prodotti di sintesi equivalenti di tali feromoni, allo scopo di controllare le altre forme di marcatura del gatto.

Strofinarsi non è una dimostrazione di affetto nel senso umano del termine, ma continua a essere un comportamento che il gatto realizza solo verso individui che fanno parte del loro mondo e che gli danno una sensazione di sicurezza.