Sintomi di un gatto malaticcio


Sintomi di un gatto malaticcio

Tra le malattie più diffuse vi sono le allergie. Il primo passo prevede l'identificazione dell'agente che scatena l'allergia e la relativa eliminazione dall'ambiente in cui vive l'animale, affinché possa recuperare un buono stato di salute. I sintomi possono essere di due tipi: respiratori (tosse, starnuti, difficoltà respiratorie) o cutanei (prurito intenso e persistente).

Anche i problemi gastrointestinali possono colpire il nostro animale domestico, sopratutto gli esemplari giovani. Normalmente si manifestano con l'ingestione di alimenti in cattivo stato di conservazione o in seguito a un'infezione batterica, un virus, alla presenza di parassiti o una patologia sistemica. I segnali sono: diarrea, vomito, dolore addominale, distensione addominale, perdita di appetito, debolezza e irrequietezza. Inoltre, è molto probabile che qualche volta il gatto si contorca se accusa dolori di tipo colico.

Una delle patologie più frequenti nei gatti a partire da una certa età è l'insufficienza renale. I reni felini svolgono un intenso compito di filtraggio, dal momento che i gatti sono animali carnivori e la proteina animale è uno degli elementi della dieta che genera più residui tossici. Ciò implica che siano i primi organi ad avere problemi man mano che il tempo passa. È possibile sospettare questo problema se il gatto mangia meno, dimagrisce e se aumenta molto il volume di acqua che beve e di urina che elimina.

Se il gatto viene sottoposto regolarmente a vaccinazione e il suo sistema immunitario è in condizioni ottimali, può evitare la comparsa di determinate malattie infettive, sopratutto se accede all'esterno o entra in contatto con altri esemplari della sua specie. Il gatto che invece non esce mai per strada difficilmente rischia contagi.

Malattie gravi come la leucemia felina – o LVFe - si trasmettono solo per contatto diretto con animali portatori del virus. Tuttavia, tra il contagio e la comparsa dei sintomi clinici può trascorrere molto tempo, anche anni. I sintomi sono: mancanza di appetito, sonnolenza, debolezza, anemia, comparsa di tumori e malattie proprie del sangue, come l'anemia e la leucemia.

La peritonite infettiva è un'altra grave malattia causata da un virus della famiglia dei coronavirus. In genere colpisce l'apparato respiratorio e gastrointestinale, ma finisce per invadere tutti gli organi e i sistemi e non ha cura. Purtroppo è in genere mortale, sopratutto nei gatti giovani.

In questo breve articolo sono state citate solo alcune malattie generiche e infettive che possono colpire i nostri amati compagni felini. È dunque molto importante, non appena notiamo un'anomalia nel comportamento, richiedere una visita veterinaria per evitare mali peggiori.