Rx anca cane: come valutarla? | Vets & Clinics

Lo spazio di riferimento dei veterinari #SiamoVets

Come valutare un rx dell'anca nel cane?

Medicina e cura

La displasia dell'anca consiste in un'articolazione che ha completato il suo processo di formazione in modo anomalo, con una non corretta congruenza tra la testa del femore e l'acetabolo.

Test di valutazione articular e controlle dell'adesione→ Scarica gratis il test Verifica i progressi nella salute articolare del cane. 

Utilità della radiografia dell'anca nel cane

Per eseguire un corretto studio pelvico, diagnosticare la colonna vertebrale lombosacrale, studiare strutture molli quali la prostata nel maschio oppure osservare l’andamento di un cucciolo durante il parto è necessario eseguire una radiografia dell'anca, ma il motivo più comune per eseguire una radiografia dell'anca nel cane è lo studio della displasia dell'anca. La difficoltà consiste nel rilevare i cambiamenti in fase iniziale.

Valutazione della radiografia

Affinché la radiografia possa essere considerata corretta, è tecnicamente necessario che siano soddisfatti i seguenti requisiti:

  • Nel margine superiore devono comparire le creste iliache
  • Nel margine inferiore devono comparire entrambe le ginocchia, con le rotule al centro
  • Deve presentare un corretto contrasto, essere ben identificata e posizionata e deve avere la destra e la sinistra indicate.

Webinar "Iter decisionale nel trattamento delle fratture delle ossa lunghe".  - Dott. Luca Vezzoni

Nella valutazione della displasia dell'anca la posizione più comunemente usata è con gli arti posteriori estesi. Il cane deve essere sedato per assicurare il completo rilassamento dei muscoli e collocato in un lettino per assicurare il corretto posizionamento ventro-dorsale. Il lato destro o sinistro deve essere contrassegnato con un marcatore di piombo. Il raggio rx deve essere centrato sulla porzione caudale del bacino e collimato per garantire una visualizzazione completa della pelvi fino alle rotule. Gli arti posteriori sono posti in pronazione e adduzione. Vengono poi estesi e stirati verso la coda e spinti verso il basso parallelamente al tavolo. Le estremità delle zampe vengono ruotate verso l'interno per garantire la corretta posizione dei femori. Se la posizione del cane è corretta potremo osservare:

  • L'intero bacino.
  • Stesse dimensioni delle creste iliache, foro otturatore e articolazioni sacroiliache analoghe.
  • Le rotule si sovrappongono sulla linea intermedia del femore e sono proiettate tra i sesamoidi.
  • I femori sono paralleli tra loro, a un piano sagittale alla colonna vertebrale o al tavolo su cui è indicata approssimativamente la posizione del livello della parte superiore del trocantere maggiore e del centro della testa del femore (a seconda della razza).
  • Il marcatore sinistro/destro è chiaramente visible.

Importante: il bordo dorsale dell'acetabolo deve essere chiaramente visibile attraverso la testa del femore. C'è anche una seconda posizione, chiamata posizione della rana, in cui i femori si separano dalla linea mediana del corpo. Pertanto, nella radiografia dell'anca è necessario identificare le seguenti strutture: testa femorale, bordo acetabolare craniale o anteriore, diafisi femorale, ischio, cresta iliaca e rotula. La seconda fase riguarda l'esame dell'immagine: Congruenza articolare. Affinché vi sia congruenza articolare, la testa del femore deve entrare correttamente nella cavità cotiloide o acetabolo.

  • Copertura e bordo acetabolare. La cavità cotiloide deve coprire armoniosamente la circonferenza della testa femorale. La cavità cotiloide tende ad appiattirsi con l'evoluzione della displasia, perdendo così la capacità di alloggiare la testa femorale.
  • Forma della testa femorale. Deve presentare una sfericità congruente con l'acetabolo, il suo recettore. Trattandosi di un processo degenerativo, la testa tende ad appiattirsi, ricordando un fungo o la sommità di un vagone.
  • Valutazione del collo femorale. A causa della comparsa di depositi ossei di origine infiammatoria, si perde il contorno del collo femorale. Nei casi più avanzati, il collo femorale arriva a scomparire, dal momento che la depressione tra la testa e il trocantere maggiore viene meno, diventando una continuazione della testa.
  • Interstizio articolare o spazio articolare. All'aumentare del processo di incongruenza articolare, le due linee che lo formano, quasi parallele, iniziano a divergere fino a scomparire in caso di lussazione della testa.

Il risultato è una lassità coxo-femorale con conseguente instabilità articolare, che è ciò che causa lo sviluppo dell'osteoartrosi.

Test di valutazione articular e controlle dell'adesione→ Scarica gratis il test Verifica i progressi nella salute articolare del cane. 

Vets & Clinics

Spazio di riferimento per i veterinari