Diarrea nei cani: quando usare gli antibiotici e quando non farlo?

Lo spazio di riferimento dei veterinari #SiamoVets

Diarrea nei cani: quando usare gli antibiotici e quando no?

La diarrea nei cani è un sintomo molto frequente nella maggior parte delle malattie gastrointestinali. Il tipo di cura da intraprendere varia in funzione dell'eziologia di ogni singolo caso e l'uso di antibiotici in caso di diarrea nei cani prevede indicazioni specifiche. Vediamo ogni singolo caso.

Medicina e cura

La diarrea nei cani è un sintomo molto frequente nella maggior parte delle malattie gastrointestinali. Il tipo di cura da intraprendere varia in funzione dell'eziologia di ogni singolo caso e l'uso di antibiotici in caso di diarrea nei cani prevede indicazioni specifiche. Vediamo ogni singolo caso.

Vuoi sapere di più sulla diarrea nei cani? [Guida PDF gratuita] → Funzionamento e struttura del sistema gastrointestinale.

Diarrea nei cani

La diarrea che risponde agli antibiotici (ARD), classicamente definita SIBO (Small Intestinal Bacterial Overgrowth), è un problema che colpisce i cani giovani e di grossa taglia. L'ARD è caratterizzata da una risposta sintomatica alla somministrazione di una serie di antibiotici. In questo articolo proponiamo una rassegna degli antibiotici comunemente utilizzati per il trattamento dell’ARD. 

La diarrea nei cani è uno dei motivi più comuni di visita veterinaria. La diarrea che risponde agli antibiotici, classicamente denominata SIBO (Small Intestinal Bacterial Overgrowth), è un problema che colpisce i cani giovani e di grossa taglia. Questo disturbo, tuttavia, non è stato osservato nei cani di piccola taglia né è stato descritto nel gatto.(1)

Sebbene l'eziologia dell’ARD e la causa esatta della risposta agli antibiotici non siano state decifrate, è noto il fatto che non si tratta di un disturbo dovuto a iperproliferazione di una singola specie batterica, ma a una disbiosi. (1)

diarrea nei cani

L'ARD è caratterizzata da una risposta sintomatica alla somministrazione di una serie di antibiotici. Durante il periodo di trattamento i cani sono asintomatici, ma spesso hanno una ricaduta dopo giorni, settimane o mesi dall'interruzione del trattamento. (1)

L’ossitetraciclina, il metronidazolo e la tilosina sono considerati gli antibiotici più efficaci per il trattamento dell’ARD. La scelta dell'antibiotico deve basarsi sulla disponibilità, sul costo e sull'impatto sullo sviluppo di resistenze all’antibiotico stesso.(1,2)

Quando si cerca di ottenere risultati rapidi, spesso si associa il metronidazolo, ma si è dimostrata efficace anche la tilosina, integrata con una dieta di qualità.

Uno studio pubblicato sul Journal of Veterinary Internal Medicine (1) ha riportato diversi casi in cui l'ARD ha risposto soltanto all'uso della tilosina. Questa condizione è stata denominata diarrea che risponde alla tilosina (DRT). Andiamo a esaminare il meccanismo d'azione della tilosina e il suo regime di somministrazione nel trattamento dell'ARD.

Meccanismo di azione della tilosina

La tilosina è un antibiotico appartenente al gruppo dei macrolidi, che raggiungono concentrazioni elevate nella mucosa gastrica, anche se viene metabolizzato nel fegato ed escreto nella bile e nelle urine. Questo farmaco viene utilizzato anche per trattare polmonite, setticemia emorragica e mastite. 

Esercita un'azione batteriostatica su un'ampia gamma di agenti patogeni, tra cui streptococchi, stafilococchi, diplococchi, bacilli, clostridi, micoplasmi, leptospire e clamidie.

La tilosina agisce sui microrganismi durante il processo di replicazione, penetrando con relativa facilità nei batteri Gram-positivi. In pratica, si lega alla subunità ribosomiale 50S ed effettua la traslocazione dell’aminoacil-tRNA nei microrganismi sensibili. Poiché ha un effetto batteriostatico, in realtà non uccide i batteri presenti nell'intestino, ma ne impedisce la crescita e la riproduzione, aiutando così il sistema immunitario a combattere l’infezione.

Uno studio recentemente pubblicato sul Veterinary Journal (3) ha rilevato un altro meccanismo d'azione della tilosina nel trattamento della diarrea nei cani. I ricercatori hanno somministrato a 14 cani 25 mg/kg per via orale, una volta al giorno per 7 giorni, e hanno poi analizzato i livelli di batteri potenzialmente probiotici come Enterococcus spp. e batteri lattici (LAB).

È stato riscontrato che, mentre i cani erano sotto trattamento, la popolazione di entrambi i batteri è aumentata. Ciò spiegherebbe la remissione dei sintomi, in quanto questi batteri esercitano una funzione modulatrice su altre popolazioni della microflora e riducono la quantità di radicali liberi nell'intestino, favorendo anche la generazione di anticorpi contro il virus. È stato infatti dimostrato che l’uso di probiotici riduce il tempo di convalescenza della diarrea acuta nei cani.

Webinar "Trattamento delle enteropatie croniche del cane senza  antibiotici: si può (e si deve)."- Dott. Tommaso Furlanello

Trattamento della diarrea nei cani con tilosina nell’ARD 

Nei cani, la tilosina deve essere somministrata per via orale. In genere è molto ben tollerata e non provoca effetti secondari gravi, anche se alcuni esemplari possono manifestare:

  • Inappetenza
  • Intensificazione della diarrea prima della remissione
  • Test ALT e AST o analisi biochimiche per la diagnosi di disturbi epatici con esiti falsi positivi
     

Uno studio pubblicato sul Journal of Veterinary Internal Medicine (4) ha esaminato gli effetti della tilosina e della dieta in 7 cani che soffrivano di diarrea cronica da almeno 30 giorni. Il trattamento consisteva in 20 mg/kg una volta al giorno per 10 giorni. I ricercatori hanno scoperto che, rispetto alle combinazioni di metronidazolo e trimetoprim-sulfadiazina o doxiciclina e prednisone, la tilosina indurisce maggiormente le feci.

Poiché, una volta interrotto il trattamento, la diarrea si è ripresentata dopo tre settimane, i ricercatori hanno incluso il passaggio da una dieta umida a una secca, ripetendo il trattamento con la tilosina. Dopo un periodo di follow-up di tre mesi, è stato scoperto che la combinazione di tilosina e dieta era un trattamento efficace per controllare la diarrea cronica nei cani.

Un altro studio condotto presso la Facoltà di Veterinaria dell'Università di Helsinki (5) si è concentrato sull'individuazione della dose ideale di tilosina per il trattamento della diarrea nei cani. Sono stati analizzati 15 cani con DRT che avevano risposto bene a una dose di 25 mg/kg di tilosina al giorno per sette giorni. Dopo una ricaduta, un gruppo ha ricevuto una dose di 5 mg/kg e l'altro 15 mg/kg, sempre una volta al giorno per una settimana. I risultati hanno mostrato che il 93% dei cani che hanno risposto bene alla prima dose ha mostrato una buona risposta anche alla dose inferiore per il trattamento della ricaduta.

Nuevo llamado a la acción

Bibliografia:
1. EDWARD J. HALL. ANTIBIOTIC-RESPONSIVE DIARRHEA IN SMALL ANIMALS. VET CLIN SMALL ANIM 41 (2011)dward J. Hall.Antibiotic-Responsive Diarrhea in Small Animals. Veterinary Clinics of North America: Small Animal Practice,Vet Clin Small Anim 41 (2011) 273–286. https://doi.org/10.1016/j.cvsm.2010.12.004.
2. WESTERMARCK E, SKRZYPCZAK T, HARMOINEN J, STEINER J, RUAUX C, WILLIAMS D, EEROLA E, SUNDBÄCK P, RINKINEN M. TYLOSIN-RESPONSIVE CHRONIC DIARRHEA IN DOGS. J VET INTERN MED 2005;19:177–186.
3. KILPINEN S, RANTALA M, SPILLMANN T, BJÖRKROTH J, WESTERMARCK E. ORAL TYLOSIN ADMINISTRATION IS ASSOCIATED WITH AN INCREASE OF FAECAL ENTEROCOCCI AND LACTIC ACID BACTERIA IN DOGS WITH TYLOSIN-RESPONSIVE DIARRHOEA. VET J. 2015 SEP;205(3):369-74.
4. WESTERMARCK E, FRIAS R, SKRZYPCZAK T. EFFECT OF DIET AND TYLOSIN ON CHRONIC DIARRHEA IN BEAGLES. J VET INTERN MED 19[6]:822-827.
 5. KILPINEN S, SPILLMANN T, WESTERMARCK E. EFFICACY OF TWO LOW-DOSE ORAL TYLOSIN REGIMENS IN CONTROLLING THE RELAPSE OF DIARRHEA IN DOGS WITH TYLOSIN-RESPONSIVE DIARRHEA: A PROSPECTIVE, SINGLE-BLINDED, TWO-ARM PARALLEL, CLINICAL FIELD TRIAL. ACTA VET SCAND. 2014 AUG 6;56:43.

María Cristina López López
Articolo aggiornato da María Cristina López López, specializzanda in medicina interna presso l'Hospital Clínic Veterinari UAB