Patologie della pelle nei cani: dermatite da Malassezia | Vets & Clinics

Lo spazio di riferimento dei veterinari #SiamoVets

Patologie della pelle nei cani: dermatite da Malassezia

La Malassezia è un lievito lipofilo appartenente alla classe dei Deuteromiceti e alla stessa famiglia di Cryptococcus spp. Attualmente si distinguono 8 specie di Malassezia in base all'analisi del genoma.

Nutrizione e malattie

Scarica gratis la guida che spiega il ruolo della dieta nella dermatite atopica  canina

La M. pachidermatis è considerata una specie strettamente zoofila, un normale commensale residente nella pelle la cui presenza inibisce la colonizzazione di altri funghi maggiormente patogeni. Questo organismo può essere facilmente isolato dal cavo orale, dalle orecchie, dai genitali e dalle zampe dei cani sani.

La crescita eccessiva della Malassezia è inibita dalla normale desquamazione cutanea, dalle proprietà fungine del film idrolipidico della pelle e da meccanismi immunitari come le IgA delle secrezioni delle ghiandole apocrine e l'immunità cellulo-mediata, in modo che se prolifera diventa patogena nel caso in cui questo equilibrio risulti alterato.

Tra i problemi acquisiti che ne favoriscono la crescita eccessiva troviamo le malattie allergiche, l'immunosoppressione causata da malattie ormonali o corticosteroidi e l'uso di antibiotici.

Quadro clinico

La dermatite da Malassezia si verifica  prevalentemente nei cani adulti. Non c'è predilezione sessuale o di età, ma esiste una predisposizione all'infezione in alcune razze.

Webinar "Cambiare pelle: un nuovo modo di  osservare in dermatologia" - Dott.ssa Giordana Zanna

Le malattie della pelle nel cane affetto da Malassezia sono associate a due sindromi cliniche:

  • Sindrome ipercheratosi-iperpigmentazione, eritema e croste. Le lesioni sono pruriginose e possono emanare un odore di rancido. Di solito si manifesta con seborrea grassa, ma le lesioni possono essere anche secche.
  • Lesioni croniche con alopecia e lichenificazione.

Questa infezione cutanea è più comune nei mesi caldi (maggiore presenza di parassiti cutanei e di allergeni pollinici, così come maggiore umidità dell'aria). L'infezione da Malassezia di solito ha inizio nell'addome, estendendosi alle regioni inguinali, ascellari o ventrali del collo. È comune l'infezione delle labbra e della pelle circostante, soprattutto del labbro inferiore. La pododermatite appare come eritema interdigitale e scolorimento marrone della base dell'unghia in caso di infezione del letto ungueale. La M. pachidermatis si trova nel canale uditivo dei cani sani, ma di solito prolifera da sola o insieme ai batteri e provoca un'otite esterna eritematosa e ceruminosa con prurito ed essudato ceruminoso di colore rosso-marrone.

Diagnosi

La diagnosi di solito viene effettuata mediante esame citologico. Con un ingrandimento 400x, viene considerato normale contare 1-2 cellule di Malassezia in una pelle sana e fino a 10 nel caso del canale uditivo. Poiché non invade l'epidermide, l'esame istologico non è un test sensibile per l'infezione da Malassezia.

Le principali diagnosi differenziali comprendono tutte quelle malattie che causano dermatite eritematosa pruriginosa con seborrea, lichenificazione e iperpigmentazione. Esse includono allergie (atopica, alimentare e da pulci), piodermite superficiale e difetti di cheratinizzazione. È importante ricordare che quasi tutte queste diagnosi differenziali possono essere il fattore scatenante dell'infezione da Malassezia.

Trattamento

Vengono utilizzati agenti imidazolici, raccomandando in casi estesi o resistenti itraconazolo alla dose giornaliera di 5 mg/kg o ketoconazolo a 5-10 mg/kg BID per 20 giorni unitamente a due bagni terapeutici a settimana. Il trattamento topico è efficace in monoterapia soltanto per le infezioni cutanee recenti e localizzate. Gli shampoo possono includere clorexidina al 2-4%, miconazolo al 2%, enilconazolo, diclorofene e agenti cheratolitici/cheratoplastici. In casi resistenti o di recidiva, dopo l'interruzione del trattamento sistemico può essere necessaria l’applicazione regolare di uno shampoo.

Dermatite atopica canina