Microchip cani: una guida per principianti - ADVANCE

Microchip cani: una guida per principianti

Una delle procedure obbligatorie da seguire quando si prende un cane è l'inserimento del microchip di identificazione dell'animale.

Sai di cosa si tratta? Non è niente di strano, anzi: il microchip per il tuo cane ha molti vantaggi! Ti spiegheremo tutto in questo articolo.

 

MICROCHIP CANI, LA GUIDA

 

Quando si decide di adottare un animale domestico, è necessario tener presente che si tratta di una scelta responsabile ed assicurarsi che questo nuovo membro della famiglia soddisfi determinati requisiti per adattarsi il più possibile alle nostre esigenze e al nostro stile di vita. Questa scelta dovrebbe tenere conto della razza o del carattere del nuovo cane, delle sue dimensioni, del clima della tua città o delle spese necessarie per mantenerlo e farlo stare bene. Una delle prime cose da fare quando si adotta un cane è inserire il microchip. In Italia è obbligatorio e presenta dei vantaggi.

 

MICROCHIP CANI: CHE COS'È?

 

Il microchip per cani è uno strumento molto utile che consiste in un dispositivo di vetro biocompatibile che garantisce la sicurezza del tuo amico peloso.   

 

MICROCHIP CANI: COME VENGONO INSERITI?

È una procedura rapida e semplice: il microchip viene impiantato sottopelle con un ago sterile, viene spinto da uno stantuffo e posto sopra la spalla del cane, dal lato sinistro. Un’operazione solitamente indolore, in quanto questo microchip ha le dimensioni di un chicco di riso. Il dispositivo include un transponder con un codice univoco che permette l'identificazione del tuo animale domestico, in quanto funge da carta di identità. Qui vengono memorizzate informazioni preziose sul tuo cane, come il suo nome, il tuo nome, l'indirizzo o il numero di telefono di contatto. I centri veterinari, i ricoveri e le autorità possono accedere a tutti questi dati utilizzando un apposito lettore.

 

MICROCHIP CANI: QUANDO INSERIRLI?

 

Essendo un metodo di identificazione innocuo per il tuo cane, potrebbe essere inserito gi´all'età di un mese e mezzo o due mesi, senza alcun rischio. Non stupirti se il veterinario ti suggerisce di mettere il microchip a circa tre mesi di età, una volta eseguite alcune vaccinazioni di base: potrebbe semplicemente consigliartelo per rendere le prime visite al centro un po' più facili per il tuo cane e non fargli associare l'arrivo in ambulatorio a qualcosa di negativo.

 

QUALI SONO I VANTAGGI?

 

Secondo le statistiche, gli animali domestici smarriti sono numerosi, ecco perché il microchip è uno strumento molto efficace nel caso in cui il tuo cane si perda o venga rubato: se viene trovato o portato in un rifugio o da un veterinario, sarà presto identificato e sarai contattato.

Dopo aver letto questo articolo, puoi essere sicuro che l'inserimento del microchip nel tuo cane ha grandi benefici per lui e per tutta la famiglia.

Hai ancora qualche dubbio? Chiedi al tuo veterinario di fiducia tutto ciò che vuoi sapere su questo sistema di identificazione.

Scopri il cibo migliore per il tuo cane

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti