Cani che ascoltano musica classica


Cani che ascoltano musica classica

Le vacche producono più latte se ascoltano musica. Sembra una leggenda metropolitana, ma ci sono studi che lo confermano. La musica sembra avere un effetto sulla fisiologia e il comportamento degli animali e vari studi hanno già iniziato a esplorare tali effetti su uccelli, pesci, scimmie, elefanti, vacche, cavalli e cani. 

Noi esseri umani conosciamo bene gli effetti di alcuni tipi di musica sul nostro umore e comportamento. La musica classica riduce l'ansia, migliora l'umore, riduce la pressione sanguina e la frequenza cardiaca, favorisce il sonno, riduce la percezione del dolore, aumenta la tolleranza per le manipolazioni moleste e, in generale, agisce come moderatore della risposta allo stress. Al contrario, la musica grunge provoca ostilità, tristezza, stanchezza e riduce la lucidità mentale. ¿E nei cani? ¿Qual è l'effetto della musica? ¿Si può utilizzare la musica per modulare il loro umore?

Gli studi effettuati nei canili suggeriscono che la musica classica tranquillizza i cani che, in risposta a questo tipo di stimolazione acustica, abbaiano meno e dormono più del normale. Questo effetto non è però esteso a qualsiasi brano di musica classica, né a qualsiasi tipo di musica. Ad esempio, la risposta alla musica heavy metal è totalmente diversa. Gli animali si eccitano e reagiscono come se stessero in una situazione stressante: si agitano più del normale, dormono meno, passano la maggior parte del tempo in piedi e abbaiano di più. 

Il meccanismo responsabile di questi effetti è ancora sconosciuto. Nel caso della musica classica si è avanzata l'ipotesi che si potrebbe trattare di un effetto di mascheramento dei suoni molesti presenti nell'ambiente o di qualche meccanismo specifico che ancora non è stato identificato. Vero è che un effetto esiste e che, nel caso del rilassamento prodotto ascoltando alcuni tipi di musica, tale effetto può portare benessere all'individuo. 

Queste premesse suggeriscono che la musica, sopratutto quella classica, si potrebbe utilizzare come strumento per modulare l'umore dei nostri animali e arricchire il loro ambiente di vita. Non si è ancora scoperto esattamente quali caratteristiche tecniche dei brani musicali (ad esempio, il ritmo o la melodia) sono responsabili dell'effetto sul comportamento animale. Inoltre, è importante considerare che un uso eccessivo della musica può essere più dannoso che benefico, in quanto un ambiente molto rumoroso è stressante per molti animali. In questo caso e per migliorare il benessere dell'animale, ridurre il rumore ambientale può essere più efficace rispetto all'esposizione a una musica rilassante. Alcuni ricercatori suggeriscono che dare il controllo all'animale sull'esposizione alla musica potrebbe essere il modo migliore per risolvere questo problema e poter utilizzare questa forma di arricchimento ambientale. In altre parole, dovremmo insegnare al cane ad accendere e spegnere l'apparecchio musicale in modo che possa decidere quando ascoltare la musica. 

La musica si utilizza ancora poco per modulare l'umore dei cani, ma le prospettive sembrano interessanti e, nel frattempo, le ricerche scientifiche continuano alla ricerca di ulteriori informazioni su come si può utilizzare la musica per migliorare la vita dei nostri animali domestici.