L'insegnamento delle abitudini igieniche


L'insegnamento delle abitudini igieniche

Il metodo migliore per riuscire a stabilire le abitudini igieniche del nostro cane è l'"insegnamento senza errori". L'obiettivo di questa tecnica è quello di educare il cucciolo a fare i suoi bisogni in modo corretto il maggior numero di volte, evitando la possibilità che li faccia in un luogo inappropriato.

La pazienza e la comprensione rispetto ai possibili "errori" del cucciolo sono fondamentali e devono essere considerati in ogni momento, dal momento che il controllo volontario della minzione e della defecazione non è completo fino a quando il cucciolo non compie 4 o 5 mesi.

Se riusciamo a supervisionare il nostro animale, dobbiamo sapere che ci sono determinati momenti durante i quali è più probabile che il cane defechi e/o urini: alla fine di ogni pasto, dopo aver giocato e al risveglio. È importante controllare il cane, in modo che al minimo indizio riusciamo a portarlo nel luogo appropriato, una zona ricoperta da giornali o in strada. Una volta lì, aspetteremo che il cane faccia i suoi bisogni e lo premieremo subito dopo con un cookie e dicendogli “bravo!” In questo modo, il cucciolo assocerà il premio all'atto di urinare e/o defecare in questo luogo. Se notiamo che il cucciolo annusa, dobbiamo distrarre la sua attenzione con una pacca.

Se al contrario non possiamo supervisionarlo, come quando rimane solo, dobbiamo preparare una zona limitata di spazio in modo che possa essere occupata dal cane, ad esempio la cucina. In un angolo posizioneremo il cibo, l'acqua e la cuccia del cane e in quello opposto della carta di giornale, che raccoglieremo con una certa frequenza e che sostituiremo con altra carta.

Non dovremo mai punire il nostro cucciolo per aver fatto i suoi bisogni in un luogo inadeguato. Inoltre, alcuni sistemi "tradizionali" come sfregare il naso del cane nell'urina sono totalmente inefficaci.

Se vogliamo far abituare il nostro cane a fare i suoi bisogni per strada, dobbiamo far coincidere i pasti prima degli orari delle passeggiate. È importante portare il cane sempre per strada nel momento in cui si presenta una delle "situazioni di rischio" prima indicate e farlo uscire il prima possibile.
Bisogna inoltre premiare la condotta del cane se una volta fuori fa i suoi bisogni e non dobbiamo terminare la passeggiata nello stesso momento in cui ha smesso di farli. Come indicazione a parte, bisogna tenere presente che il cucciolo dovrà uscire per strada in braccio fino a quando non avrà completato il programma dei vaccini.