Tecniche di addestramento positive per il cane


Tecniche di addestramento positive per il cane

Addestrare i nostri cani può sembrare una missione impossibile se non conosciamo le tecniche giuste ma, con un poco di sforzo, pazienza e mediante l'addestramento positivo, saremo capaci di ottenere risultati praticamente immediati.

Probabilmente la tecnica più semplice è il luring. Consiste nel servirsi di un pezzetto di cibo come richiamo. Lo utilizzeremo per indicare al cane di mettersi nella posizione desiderata. È inoltre utile per convincere il cane a seguirci, ad esempio, se sta con altri cani o quando ha preso qualcosa da terra e non vuole lasciarlo.

In queste situazioni prenderemo un pezzetto di cibo e lo metteremo direttamente sul naso del nostro cane per farlo uscire dalla situazione “non desiderata”. La chiave del successo di questo metodo è utilizzare premi molto gustosi e appetibili, qualcosa per cui valga la pena di desistere da ciò che sta facendo.

L'altra tecnica di addestramento positivo si basa sul gioco, che può essere un premio molto ambito per molti animali. La condizione essenziale perché sortisca effetto è trovare un elemento che induca l'animale a concentrare tutta la sua attenzione su di noi, come palle, giocattoli rumorosi o altri giochi. Possiamo utilizzare questi oggetti per indurre il nostro cane a fare altro. Ad esempio, per avere la palla deve prima sedersi. Possiamo anche utilizzarla per ultimare una sessione di addestramento. Se al nostro cane piacciono i giocattoli questa è senza dubbio una tecnica molto valida.

Una terza tecnica si chiama targeting. Consiste nell'insegnare al cane a poggiare il muso o la zampa su un determinato punto, che può essere il palmo aperto della mano, la punta di un dito o una bacchetta. Questo metodo serve per insegnare in modo progressivo al cane ciò che desideriamo lui faccia. Inoltre, è molto utile per guidare il cane nelle diverse posizioni nel caso in cui non vi ubbidisca quando viene indotto con il cibo.

Alcuni esperti utilizzano il targeting nell'addestramento di animali selvatici in cattività. Gli animali pericolosi, come i grandi felini, possono essere allenati a toccare un oggetto con il naso e stare tranquilli in questa posizione. I veterinari si avvalgono di questa tecnica per effettuare controlli non invasivi, in quanto possono toccare gli animali senza rischio di essere morsi o di ricevere una zampata.

Con queste tecniche di addestramento positivo i nostri compagni impareranno a comportarsi come desideriamo in modo molto soddisfacente per loro e facile per noi.