Diagnosi differenziale dell'herpesvirus felino | Vets & Clinics

Lo spazio di riferimento dei veterinari #SiamoVets

Diagnosi differenziale dell'herpesvirus felino

L'infezione da herpesvirus felino causa sintomi oculari e respiratori molto simili a quelli causati da altri virus come il calicivirus. In questo post parleremo delle differenze. L'herpesvirus felino può colpire gatti di tutte le età. Provoca due tipi di sintomi, respiratori oppure oculari, a seconda del punto in cui il virus si replica.

Medicina e cura

[Scarica gratis] la prima parte del Research Report sulle Malattie del tratto  urinario felino per accedere a informazioni sistematiche e aggiornante sulle  cause della fluid e sulla sua gestione alimentare.

Sintomatologia respiratoria

Se l'herpesvirus felino si replica nella mucosa nasale e nelle tonsille, si verificano rinotracheite o influenza felina. I segni clinici sono molto vari: starnuti, anoressia, febbre, debolezza, eccessiva salivazione. La rinotracheite felina può anche essere causata dal calicivirus felino. In linea generale, l'infezione da herpesvirus felino causa segni più gravi, ma il decorso clinico è simile. Il recupero è solitamente completo, anche se in alcuni gatti persiste la rinite cronica. I problemi sono spesso causati da infezioni batteriche. Il calicivirus felino comporta segni moderati di influenza felina, a volte causando afte intorno o sulla lingua, sul palato o sul naso.

Sintomatologia oculare

L'herpesvirus felino è la causa più frequente di malattie oculari nei gatti. Il più delle volte provoca congiuntivite bilaterale nei cuccioli e nei gatti giovani. Può causare un'ulcera corneale dendritica, specifica di questa infezione nei gatti. L'ulcera diventa evidente con il colorante rosa bengala.

Stato di portatore dell'herpesvirus felino

L'herpesvirus felino può annidarsi, determinando lo stato di portatore cronico. Lo stress è il principale fattore scatenante della malattia quando è latente. Anche il trattamento con corticosteroidi o altri immunosoppressori può causare la riattivazione del virus. Durante questo periodo l'animale è di nuovo fonte di contagio. L'herpesvirus felino viene eliminato tramite le secrezioni nasali, orali e congiuntivali per circa 3 settimane. Per essere infettati è necessario venire a contatto diretto con il virus.

Diagnosi dell'herpesvirus felino

Devono essere raccolti campioni di secrezioni congiuntivali, nasali oppure orali. Può essere utile anche il raschiamento della cornea o persino la biopsia. Viene eseguita una PCR sui campioni, che è l'unico modo per distinguere se l'infezione è effettivamente causata dall'herpesvirus felino o da un altro microrganismo. Decorso clinico dell'infezione da herpesvirus felino La cronologia dei segni di infezione da herpesvirus è la seguente. (1) Durante il primo contatto con l'herpesvirus felino, noto anche come infezione primaria o prima infezione, la sintomatologia è la seguente:

  • Malattie delle vie respiratorie superiori
  • Congiuntivite bilaterale, con molte secrezioni sierose o purulente
  • Grave ulcera corneale

Se, a partire dallo stato di portatore asintomatico, si presentano un'infezione secondaria o attacchi ricorrenti di herpesvirus felino, i segni sono più lievi rispetto alla prima infezione:

  • Segni respiratori minimi
  • Congiuntivite cronica unilaterale
  • Epifora cronica
  • Cheratite stromale
  • Cheratocongiuntivite secca

(1) “Oftalmología en pequeños animales” S.M Turner 2010 Elservier Saunders

Research Report Urinary