Come educare un cucciolo a fare i bisogni fuori casa - ADVANCE

Come educare un cucciolo a fare i bisogni fuori casa

Se hai un cucciolo, una delle tue priorità sarà aiutarlo ad imparare a fare i bisogni fuori casa.

Un aspetto fondamentale per godersi appieno la convivenza. Tuttavia, non è sempre facile, poiché il processo di apprendimento è determinato da fattori fisiologici e cognitivi. Per questo motivo, dobbiamo conoscere bene sia i meccanismi biologici che le tecniche da applicare, senza dimenticare alte dosi di pazienza e di affetto!

 

 

COME EDUCARE UN CUCCIOLO A FARE I BISOGNI FUORI CASA? UNA PRIMA OSSERVAZIONE

 

I cuccioli devono defecare e urinare molto spesso. La frequenza può variare, ma di norma un cucciolo di età compresa tra le 8 e le 18 settimane può stare senza evacuare per 1-4 ore al massimo. Quando avrà 8 mesi sarà in grado di resistere fino a 8-10 ore.

Quindi, se stai pensando all’età ideale per iniziare ad addestrare il tuo cucciolo a fare i bisogni fuori casa, i veterinari ti consiglieranno il periodo tra le 7 e le 8 settimane di vita. Questo è il momento in cui il cucciolo sarà in grado di differenziare i diversi luoghi per fare i bisogni e avrà già un certo controllo dei suoi sfinteri. Anche se non è una scienza esatta, un cucciolo potrebbe aver acquisito l'abitudine corretta tra i 4 e i 6 mesi

 

ASPETTI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE NELL'EDUCAZIONE DEL TUO CUCCIOLO

 

Creare un'abitudine

Se il tuo cucciolo è ancora troppo piccolo, o non può ancora uscire, puoi dedicargli un'area della casa per iniziare l'addestramento ai bisogni. Può trattarsi di una zona in terrazza o in giardino, ma può anche essere uno spazio interno, con materiali diversi (ghiaia, sabbia, erba o fogli di giornale) in modo che il cucciolo possa differenziarlo dalle zone dove non deve evacuare (discriminazione). Si tratta di portarlo in questa zona molto spesso, per creare un'abitudine.

 

Momenti chiave

Tieni presente che ci sono alcuni momenti chiave in cui il tuo cucciolo sentirà maggiormente il bisogno di evacuare. Per esempio, quando si è appena svegliato, quando ha finito di giocare, mangiare o bere, e quando esce da un'area stretta (come il trasportino).

 

Stai all’erta

Devi tenere d'occhio il tuo cucciolo in modo da poterlo portare rapidamente nella zona che hai definito per i suoi bisogni, nel momento in cui sospetti che inizierà a farli. In questo modo, si rende più facile l'associazione. Se ha già iniziato, non preoccuparti: puoi comunque portarlo nella zona che hai predisposto.

 

Generalizzare il comportamento

Una volta che il cucciolo ha fatto i bisogni nell'area designata, è il momento di estendere questo comportamento al mondo esterno. A volte può essere utile spostare fuori la superficie che hai usato a casa, per far sì che il tuo cucciolo crei meglio un'associazione

 

A parte il primo passo, le uscite fuori casa (strada, terrazza o giardino), dovrebbero essere molto frequenti all'inizio, come regola generale, tra le 6 e le 8 volte al giorno, ed è essenziale essere costanti. Quando il cucciolo è in grado di resistere più a lungo senza evacuare, il numero di uscite all'aperto può essere ridotto.

 

ECCO COME EDUCARE UN CUCCIOLO A FARE I BISOGNI FUORI CASA 

 

Utilizza un comando

Un comando è una parola, a scelta, associata al comportamento desiderato, per esempio "pipì'", e dobbiamo utilizzarla nel preciso momento in cui il cane esegue l’azione. Così, quando poi usiamo il comando al momento di uscire, il tuo cucciolo assocerà più facilmente l'uscita a quell'azione. L'uso dei comandi è di solito molto efficace. 

 

Rinforzo positivo

Questo aspetto è molto importante e può variare da una grande dose di coccole, ai giochi o qualche premio in cibo per cani. Il rinforzo sarà tanto più efficace quanto più immediato dopo l'azione. 

 

E non dimenticare...

La punizione non è efficace quando si tratta di addestrare il cucciolo ai bisogni fuori casa. In realtà, ha più svantaggi che vantaggi e può anche essere controproducente. È particolarmente sconsigliabile strofinargli il naso nei suoi bisogni o rimproverarlo con un giornale impregnato. In questo modo, non solo non gli insegni nulla, ma incoraggi il cucciolo a temerti e a sentirsi impotente, oltre a rompere il legame con lui.

 

Questo è un processo che richiede costanza e pazienza. Il tuo cucciolo deve fare un po' di apprendimento associativo, e imparare a controllare la sua fisiologia...

 

È normale che durante la vostra vita insieme ti sorgano dei dubbi sull'educazione del tuo cane. In questi casi è meglio consultare un etologo veterinario specializzato, che può fornirti molte delle conoscenze e degli strumenti necessari.

Un cucciolo è una grande responsabilità e quindi è essenziale dedicare tempo e sforzi per avere un cane adulto educato, sano ed equilibrato.

Scopri il cibo migliore per il tuo cane

Inizia il test

Articoli che
potrebbero interessarti